Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

CULTURA E SPETTACOLO Massimo Carlotto, re del noir, alla Ubik con 'Per tutto l'oro del mondo'

Testata: La Gazzetta di Lucca
Data: 9 novembre 2015
URL: http://www.lagazzettadilucca.it/cultura-e-spettacolo/2015/11/massimo-carlotto-re-del-noir-alla-ubik-con-per-tutto-l-oro-del-mondo/

Un pomeriggio da leoni quello che attende gli appassionati di romanzi e di noir domani pomeriggio alle 17.30 alla libreria Ubik di via Fillungo. Sarà, infatti, ospite di quella infaticabile operatrice culturale che risponde al nome di Gina Truglio nientepopodimeno che il re del noir italiano, Massimo Carlotto, uno dei più incredibili, straordinari, realisti scrittori del panorama letterario italiano.

Carlotto ha scritto numerosi libri e anche questa volta riproporrà, per le Edizioni e/o, 'Per tutto l'oro del mondo', un viaggio crudo, senza polpa e con tutte lische, attraverso il Nordest, quel triangolo industriale che nel Veneto trova il suo cuore pulsante dove regnano la paura e la criminalità allo stato puro nonostante geograficamente si tratti di zone molto lontane dalle classiche regioni ad alta densità criminale.

Gazzetta di Lucca, poco meno di un anno fa, partì da Lucca per raggiungere Padova dove, in piazza delle Erbe, lo scrittore rilasciò una intervista rivelatrice di quelle che erano e sono le nuove strutture della criminalità organizzata dove le bande non sono più abituate ad agire secondo i tradizionali canoni cui il nostro Paese era abituato, ma irrompono con modalità di azione, di sfruttamento, di punizione impensabili. In questa società senza limiti alla crudeltà le donne sono, in realtà, le vittime principali ed è per questo che, per Einaudi, Carlotto ha pubblicato, un paio di anni fa, quattro libri il cui minimo comune denominatore era... l'occhiello: le vendicatrici.

Al piano superiore della libreria Ubik Massimo Carlotto, per la prima volta a Lucca, sarà introdotto da Aldo Grandi che di Carlotto è un appassionato divoratore a cui è arrivato, per caso, un pomeriggio d'estate in cui prese tra le mani un libro, Alla fine di un pomeriggio noioso, letteralmente inchiodandosi sulla poltrona per finirlo in poche ore.

"Massimo Carlotto - spiega Grandi - non è solo uno scrittore di successo. E' un uomo che ha attraversato uno dei periodi più duri e bui della storia italiana uscendone fuori tramortito, ma sempre vitale, ancora in grado di regalare a questo Paese opere di un realismo criminale devastante, capace di lasciare interdetto e, a volte, perfino incredulo, il lettore che si trova immerso in un mondo che credeva non esistere e che, vedi Mafia Capitale e non solo, è, al contrario, lì, vicino, accanto a ognuno di noi. E questo Carlotto lo ha capito prima di tutti gli altri. Se i lucchesi amano la cultura e la realtà anche la più cruda e spietata purché vera, ebbene, grazie a Gina Truglio hanno la possibilità di toccare con mano. Massimo Carlotto a Lucca è il più bel regalo che potesse fare alla città".