Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

La nuova vita di Teresa, fra liscio e nuovi amori

Autore: Massimiliano Melilli
Testata: Corriere del Veneto
Data: 12 gennaio 2016

L'età di mezzo, un matrimonio che scricchiola, una vita grigia. Urge una strambata. Obiettivo: consentire a una donna - moglie - madre di sessant'anni di riprendersi la vita e (ri)disegnarla con nuovi amici, balli e balere lungo quella costa adriatica che pare l'eden del divertimento. Gioia e vitalità allo stato puro, scrittura (auto)ironica e trama che fa riflettere. Ecco un romanzo d'esordio, La bionda del Kontiki (edizioni e/o, 176 pagine, 18 euro, disponibile anche in eBook) di Katia Ceccarelli. Nata a Roma, in bilico tra i 40 e i 50 anni, cresciuta in Abruzzo, laureata in Lingue e letterature straniere moderne a Bologna, l'autrice vive e lavora da tempo a Conegliano, nel Trevigiano, come insegnante di lingua e civiltà inglese. Ha pubblicato racconti sulla rivista Blue, in antologie Mondadori sulle culture dell'eros e il saggio Lolite, storie e visioni di piccole seduttrici (Nuovi Equilibri/Stampa Alternativa). Già il titolo del romanzo e/o rivela letture di spessore. Il Kon-Tiki infatti è la zattera dell'esploratore norvegese Thor Heyerdahl nella spedizione del 1947 dal Sud America alla Polinesia. Il battello fu così chiamato secondo un nome Inca del dio della pioggia (Kon). Nel romanzo della Ceccarelli il Kontiki diventa uno dei locali più frequentati dagli appassionati di liscio, dove Teresa trova una comunità vivace che la affascina e scopre il ballo, metafora della sua nuova vita e il piacere della competizione tra donne. Poi conosce Lando, viveur sessantacinquenne e Blek, misterioso signore brizzolato di cui s'innamora. La protagonista crede che il futuro le riserverà una serena vecchiaia: sta per diventare nonna. Ha avuto un solo uomo, Ovidio, marito e padre dei suoi figli, Umberto e Dario. Marito e moglie sono una coppia stanca. La sola velleità di Teresa è l'appuntamento settimanale dalla parrucchiera ormai amica Carmela, che la convince ad abbandonare il color mogano per il biondo. Ma nessuno coglierà il cambiamento: è crisi. Dopo l'ennesimo litigio con il marito, Teresa va a vivere da sola. Poi il ballo, l'allegria, il nuovo amore: una rivoluzione. Una trama verosimile per un bel romanzo.