Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Amabili resti

Testata: Recensione libro
Data: 25 maggio 2016
URL: http://www.recensionelibro.it/amabili-resti-alice-sebold?utm_campaign=twitter&utm_medium=twitter&utm_source=twitter

In Amabili resti di Alice Sebold la protagonista del libro è la quattordicenne, Susie, adescata da un uomo che sembra apparentemente innocuo. Quell’incontro, però, le costerà caro, perché la bambina viene stuprata, uccisa e fatta a pezzi per finire nascosta con i resti del cadavere in cantina.

L’assassinio avviene nelle prime pagine del libro, non c’è nessun preambolo, nessun avvertimento. Amabili resti è un romanzo che taglia subito il fiato, non solo per la storia in sé, ma anche per la violenza, la crudezza e lo strazio. Il racconto, però, ha una doppia faccia, non c’è solo il lato cruento, doloroso e straziante, ma c’è anche quello dolce, delicato, puro, e questo perché a riportarci la storia è proprio la voce di Susie, che narra il suo ricordo dal suo cielo, dovunque si trovi.

Amabili resti grazie ai tanti ingredienti usati magistralmente dalla scrittrice Alice Sebold, diventa un giallo che lascia sempre in bilico, in cui ci sono indizi che ci spingono a capire e a voler sapere chi è stato ad uccidere la bambina e perché lo ha fatto, ma non soltanto.

Alice Sebold ci descrive con trasporto il dolore incessante della famiglia e degli amici che devono vivere la perdita di Susie accettandola a malincuore e senza poter fare nulla, senza poter colmare una mancanza che non può essere ripagata in nessun modo. Ma nonostante il dolore rigido e intenso, la trama viene raccontata con uno spirito allegro e accattivante dal piccolo fantasma, la bambina, che diventa piano un angelo custode di tutti coloro su cui lei posa lo sguardo.

Amabili resti è il romanzo d’esordio di Alice Sebold. Il romanzo ha raggiunto il record di vendite negli Stati Uniti, circa due milioni di copie. Un libro consigliato non solo agli amanti del genere, ma a tutti gli appassionati della lettura.