Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

[Dal libro che sto leggendo] Intrigo scolastico

Testata: [Dal libro che sto leggendo] Intrigo scolastico
Data: 19 luglio 2016
URL: http://letturesconclusionate.blogspot.it/2016/07/dal-libro-che-sto-leggendo-intrigo.html

Siamo qui riuniti oggi a commemorare l'ultimo libro tradotto in italiano di Tom Perrotta che avevo ancora da leggere, d'ora in poi mi toccherà rivolgermi ai testi americani (credo ci siano ancora altri cinque libri che aveva pubblicato prima della triade per la quale è conosciuto). Ma con questo si chiude il ciclo dei "magnifici tre" che hanno reso famoso a livello internazionale tra il 2003 e il 2006 questo autore. I libri della triade sono quindi quello odierno, L'insegnante di astinenza sessuale (Edizioni E/O) e Bravi Bambini (BUR). Intorno al 2005 Hornby si dichiarava onorato che Perrotta venisse definito l'Hornby americano definizione che, a parer mio, calza meglio dello stile "Maupassant". Questo perché, pure in questo caso, se cercate storie convenzionali Hornby non ve ne darà nemmeno in The leftovers, Perrotta non è un narratore interessato alla storia ma ai suoi personaggi e alle loro scelte.

In questo caso siamo in un liceo dove si sta per tenere la votazione per le elezioni del rappresentante d'istituto. Da un lato c'è Tracy arrivista, solitaria, con una strada ben definita e che non guarda in faccia a nessuno pur di raggiungere le proprie mete. Dall'altro c'è Paul, sportivo, simpatico, disponibile, bello che non pensava di candidarsi ma poi spinto dalle lusinghe del Prof ha deciso di provarci. Poi c'è Tammy, la sorella minore di Paul al secondo anno di liceo che d'improvviso, dopo aver litigato con la sua migliore amica, tenta anche lei la sorte: non vuole più essere emarginata e nemmeno riconosciuta perché sorella di Paul, ma nasconde qualcos'altro che nemmeno Lisa vuol dire a Paul. Chi vincerà? Si legge in meno di un pomeriggio, quindi non sperate che sia io a dirvelo!

Come detto, sono i personaggi e le loro scelte ad interessare l'autore e che devono essere oggetto dell'attenzione del lettore: nella cosmologia perrottiana della letteratura la storia è solo il tramite che ci permette di guardare come funziona il mondo in un dato momento, qui siamo nei primi anni novanta, e che ci permette di seguire i spostamenti e le scelte che fanno, a seconda delle situazioni in cui si trovano a dover interagire, sul momento. Un modo come un altro per mettere a nudo l'uomo con tutti i suoi limiti ma anche con tutta la sua magnifica diversità e bellezza. E solo Tom ci riesce. Libro davvero consigliatissimo, si legge in un attimo perché è decisamente scorrevole e sono certa che non ve ne pentirete! Buone letture, Simona Scravaglieri