Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

«Strano l'amore» nella Roma di oggi

Autore: R.C.
Testata: Corriere della Sera – Roma
Data: 2 febbraio 2010

Che succede quando in una Roma incasinata e distratta si incontrano due single decisi a rimanere tali? Succede che vanno in crisi, prima uno e poi l'altro: non è la sorpresa l segreto di «Strano l'amore», romanzo d'esordio del regista Andrea Manni, pubblicato dalla casa editrice E/O. La cifra che contraddistingue il libro è l'allegria di fondo, una sorta di infantilismo che accompagna il protagonista, Nino, quarantuno anni, a vivere con leggerezza una vita sessuale piuttosto intensa. E succede tutto in una Roma dove i problemi quotidiani, traffico, integrazione, socialità sono un rumore di sottofondo. Nino ha una piccola libreria, dove lavora. Il protagonista è presentato così: «È simpatico, divertente, buffo e intelligente: è ostaggio della propria irrequietezza anzi, è ostaggio dell'Autonomia dell'Irrequietezza. Rifugge le storie d'amore iportanti. Fin quando nella sua vita non arriva Clelia e inizia una storia d'amore da romanzo d'appendice. Ma Clelia, oltre ad essere una donna straordinaria, è uguale a Nino. Sono due single convinti che non hanno intenzione di avere rapporti seri. L'amore fa paura, anche quando è una commedia sofisticata». Amdrea Manni è nato a Roma nel 1958. Come regista ha diretto cinque film: Da cosa nasce cosa... di cui è anche sceneggiatore, Il fuggiasco, tratto dall'omonimo romanzo di Massimo Carlotto, con cui ha scritto la sceneggiatura; Troppi equivoci per Rai 2, Voce del verbo amore, di cui è anche cosceneggiatore e Bestie, sempre per Rai 2. «Strano l'amore» sarà presentato oggi pomeriggio alle 18.30 alla Feltrinelli di Galleria Colonna, dall'autore e dall'editor Claudio Ceciarelli.