Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Fotofinish. Casablanca noir

Autore: Paola Lioppi
Testata: Pulp
Data: 17 settembre 2010

Un viaggio a ritroso nel Marocco degli anni della liberazione, attraverso continui salti temporali che riportano indietro di quarant'anni. Quello di Christian e Valentine è un viaggio alla ricerca di risposte rimaste in sospeso, per chiudere il cerchio delle loro esistenze che si ostinano ad ignorare le verità più evidenti. Casablanca è rimasta la stessa: il luogo delle loro giovinezze e delle passioni più forti , in cui André, con le sue ambiguità e menzogne, ha saputo essere il protagonista di una stagione, il leader di tutti, l'amante più desiderato . Il trascinatore e magari anche il doppiogiochista, il giovane uomo bellissimo, figlio forse di un aviatore morto in guerra o di un banale funzionario pubblico. Rimane per sempre il grande amOre di Valentine, che assieme a Christian, l'uomo con cui ha diviso il resto della vita, torna in Marocco per un viaggio struggente, alla ricerca di quelle affermazioni che il giovane Andrè non ha saputo regalarle nei pomeriggi passati in una stanza presa in prestito. Un desiderio rimasto intatto per anni , che non è stato spazzato via dai sentimenti che avrebbero dovuto legarla al suo nuovo compagno, ma che anzi esplodono tornando nei luoghi che sono stati lo scenario di vita intensa e di morte prematura. Quella di André, che rimane il grande mistero di questa storia, e il motivo di un ritorno. Topin racconta un Marocco che, negli ultimi quarant'anni. è cambiato solo in parte, ancora fatto di ricordi frammentari. di non detto, di convergenze per il vivere comodo. Di personaggi che sono vissuti stancamente. ripetendo all'infinito le loro azioni di giovani già vecchi. Sono gli uomini e le donne che hanno conosciuto André, che hanno diviso con lui - ma anche co~ i due protagonisti - gli anni delle giovinezza permeata dalle scelte politiche. delle ore passate a scuola,legati ai banchi e alla disciplina non rispettata. e dei tentativi di organizzare strani movimenti di ribellione. come la Lavo, Lega Anti Vermi Occidentale. Tra tanta infatuazione, suggestione, impulsività, ciò che rimane di queste pagine sono i sapori intensi e le amarezze, quelle dei sentimenti che non trovano un loro posto nel mondo.