Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Trieste riportata all'antico fascino

Autore: Valerio Calzolaio
Testata: Il Salvagente
Data: 19 novembre 2010

Una volta, a metà del secolo scorso, Trieste era nel cuore di tutti gli italiani. La città, infatti, che era stata il prezioso sbocco al mare dell'impero asburgico, occupata dagli angloamericani alla fine della seconda guerra mondiale, soltanto nel 1954 era tornata all'Italia Oggi il mito non è più tale e Trieste sembra aver perso gran parte del suo fascino. Non per Veit Heinechen e Ami Scabar che hanno deciso di dedicarle una guida fuori dal comune: Trieste, la città dei venti. Originale anche la composizione degli autori: Veit Heinechen è uno scrittore noir di successo, Ami Scabar è una ristoratrice, protagonista anche di molti film sulla gastronomia locale. Insieme ci danno un volume che entra dentro la città, i suoi ritmi, le sue ricette culinarie. Un'avventura per tutti i sensi, nella città della bora, del libeccio e del maestrale, che nonostante tutto conserva gran parte del suo antico fascino.