Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Sudafrica e la nuova polizia del post apartheid

Autore: Andrea Di Gennaro
Testata: Il Fatto Quotidiano
Data: 15 luglio 2015

LUSSO, affari, alta finanza, governi, sistemi bancari e delicate relazioni internazionali. Uno scenario d'alto bordo a contrasto con una realtà, il Sudafrica appena uscito dal regime dell'apartheid e quindi a doppia velocità. Da un lato vissuto soprattutto nei gangli dei corpi speciali della polizia, come una filiazione del vecchio sistema e dall'altro animato dalla speranza e dalla voglia di venirne fuori a testa alta. Ed è proprio Bennie Griessel, ispettore lontano anni luce dallo stereotipo alla Serpico pur con un delicato passato da alcolista e le più tipiche difficoltà nel far coesistere vita privata, sentimenti e attività lavorativa per chi opera nel malaffare muovendosi sempre in contesti borderline, a incarnare appieno i tanti contrasti che animano il romanzo. Bennie ce la fa, con fatica ma ce la fa e il suo sacrificio è utile non solo alle indagini ma a qualcosa che tanto a lui quanto ai suoi superiori sta più a cuore: far capire che le vecchie collusioni non solo sono sparite ma che le divise rappresentano ormai una difesa e non più un attacco ai cittadini, bianchi, neri o afrikaans che siano. Al punto che quando entrano jn gioco i servizi segreti Bennie e la sua truppa rischiano grosso, ottenendo non senza patemi il via libera dal capo cui .è chiaro ciò che li muove. Uno spaccato sociale, oltre che un thriller.