Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Elena Ferrante, ora il mistero conquista la Germania

Autore: Pier Luigi Razzano
Testata: La Repubblica Napoli
Data: 30 agosto 2016
URL: http://napoli.repubblica.it/cronaca/2016/08/26/news/elena_ferrante_ora_il_mistero_conquista_la_germania-146649152/

“WER ist, (chi è), Elena Ferrante?”. La domanda fa il giro del mondo e si rincorre anche tra le strade di Berlino, amplificando il mistero sull’identità della scrittrice che da oltre vent’anni si nasconde, preferisce l’anonimato, lascia parlare solo i suoi romanzi, rilasciando poche, mirate interviste via mail. Dal 29 agosto la “Ferrante Fever” diventa anche “fieber”, “manie”, comincerà a spopolare anche in Germania, dove c’è grande attesa per la pubblicazione di “Meine geniale Freundin”, primo volume della tetralogia “L’amica geniale” – in Italia uscita nel 2011 per E/O – che racconta ansie, speranze di emancipazione, amori, fughe delle due amiche Lila e Lenù che con la loro vita turbolenta attraversano 50 anni di storia italiana e la mutazione di Napoli dalle macerie del dopoguerra ai sogni infranti di inizio XXI secolo.

La “Der Neapolitanischen Saga”, pubblicata dall’editore Suhrkamp, arriverà domani, 26 agosto, nelle librerie di tutta la Germania. Tiratura iniziale di centomila copie per esaltare, appassionare i lettori tedeschi come già accaduto in Italia, e soprattutto negli Stati Uniti, dove il “Time” ha eletto la Ferrante tra le cento persone più influenti del mondo, stupito il critico del “New Yorker” James Wood, e fatto innamorare anche Michelle Obama. E sulle tracce di Elena Ferrante, per seguire le ipotesi che si sono rincorse in questi anni su chi potesse essere (da Goffredo Fofi a Fabrizia Ramondino, poi Domenico Starnone, sua moglie Anita Raja, o la storica Marcella Marmo), ma soprattutto per respirare le atmosfere dei luoghi descritti nei romanzi, forti protagonisti come lo sono Lila e Lenù, è arrivata a Napoli la troupe della “ZDF Tv”, la televisione nazionale tedesca, con la giornalista Luzia Braun, ospite della redazione di “Repubblica”. «Siamo andati a Port’Alba, percorso le vie del centro storico, risalito la Pignasecca, poi Piazza de’ Martiri, dove nel romanzo c’è il negozio di scarpe che rende concreto il disegno realizzato da Lila», spiega la Braun. «Guidati dall’“Amica geniale” abbiamo potuto riconoscere Napoli come città- cosmo, dove trovi quello che non esiste da nessun’altra parte. Il suo vero volto, le anime contraddittorie e affascinanti, che superano lo stereotipo e qualsiasi retorica, perché l’energia, l’umore della città è davvero forte, autentico». A fare da guida alla troupe tedesca, che trasmetterà proprio domani il servizio sulla nuova Napoli letteraria, è Maria Carmen Morese, direttrice del Goethe Institut. «Con la pubblicazione e l’attesa davvero febbrile della tetralogia in Germania, si rinnova la forza e l’interesse della cultura tedesca verso quella napoletana, come accade da secoli». La Germania aspetta di poter leggere il primo episodio della saga, incuriosita anche dal servizio uscito sull’ultimo numero di “Der Spiegel”, con una intervista all’autrice fatta dal direttore Klaus Brinkbaumer. In programma reading ad Amburgo, Monaco, Darmstadt, una febbre per la Ferrante che culminerà il 18 ottobre, quando la fiera del libro di Francoforte omaggerà lei e Napoli con una festa speciale.