Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura tedesca

Ami Scabar

Ami Scabar

Ami Scabar ha una lunga carriera di ristoratrice, è protagonista di molti film sulla gastronomia triestina e continua, con numerose pubblicazioni ed eventi, a trasmettere il suo amore per il territorio
e la sua filosofia della cucina.

Tutti i libri di Ami Scabar

Ultime recensioni

  • La bora che spazza le onde e i capelli, scompiglia i vestiti e le nuvole, ma nulla può contro il Molo Audace. Trieste, magnifica città sospesa, cui la bora ha portato e lasciato suoni di accenti, tessiture culturali, discorsi davanti al vino, sapori e profumi di cibo. Van Heinichen...
    — Alias / Il Manifesto, 22 giugno 2013
  • Trieste siamo più abituati a definirla per esclusione. L’ennesima ultima sigaretta di Zeno, la bora che ti sposta di quattro passi raccontata da Stendhal, il Castello di Duino sospeso nel mare cantato da Rilke, i paesaggi lunari del Carso di Ungaretti dove finisce la cultura...
    — Bookowski, 9 febbraio 2011
  • “Trieste città dei venti” colpisce per la naturalezza con cui gli autori Veit Heinichen e Ami Scabar amalgamano contenuti e forme. Racconto e allo stesso tempo guida alla città, contiene storia, ricette, citazioni, la vita di chi coltiva e promuove il territorio. Ed è...
    — Amici del Caffè, 26 novembre 2010
  • Henri Beyle, l’immenso Stendhal del ”Rosso e il nero” e della ”Certosa di Parma”, non sopportava la bora. A Rainer Maria Rilke piaceva assai poco Trieste, appena un po’ di più di Madrid. E sembra che neanche Giacomo Casanova, da queste parti, avesse incassato i successi...
    — Il Piccolo, 23 novembre 2010
  • Una volta, a metà del secolo scorso, Trieste era nel cuore di tutti gli italiani. La città, infatti, che era stata il prezioso sbocco al mare dell'impero asburgico, occupata dagli angloamericani alla fine della seconda guerra mondiale, soltanto nel 1954 era tornata all'Italia...
    — Il Salvagente, 19 novembre 2010

Letteratura tedesca