Login
Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura neogreca

Ioanna Karistiani

Ioanna Karistiani

Ioanna Karistiani è nata a La Canea, nell’isola di Creta, e vive ad Atene. Nel 1995 ha esordito come scrittrice pubblicando una raccolta di racconti dal titolo La signora Kataki, cui sono seguiti tre romanzi per i quali ha vinto prestigiosi premi. Il primo, L’isola dei gelsomini, è stato tradotto nelle principali lingue europee. È inoltre autrice di sceneggiature cinematografiche, tra cui quella del film Le spose, prodotto da Martin Scorsese, ed Estrella mi vida, di Costa-Gavras. Della stessa autrice le Edizioni E/O hanno pubblicato Il santo della solitudine, Le catene del mare, vincitore nel 2007 del Premio per il miglior romanzo greco, e Ritorno a Delfi.

Tutti i libri di Ioanna Karistiani

Ultime recensioni

  • Pighì di mestiere fa il meccanico. Una donna risoluta, il cui marito muore cadendo da una scogliera. Un incidente? "Mille sospiri" è ambientato nell'isola immaginaria di Kukutsi ed è un noir con rilevanti riferimenti alla storia greca. Una recensione Tra le scrittrici...
    — Osservatorio Balcani e Caucaso, 6 luglio 2022
  • L'autrice greca torna a parlarci di donne forti, alle prese con il mare (e il dramma dei profughi), la solitudine e il bisogno di amare. L'abbiamo incontrata Donne forti, alla continua ricerca di sé; il mare della sua Grecia e delle isole, reali o immaginarie; la solitudine...
    — La Repubblica, 22 aprile 2022
  • Parte da un dubbio questo giallo anomalo ambientato in una sperduta isoletta dell'Egeo, Kukutsi, un paradiso naturale ancora libero dai turisti: è davvero il corpo di Stenos Voyagis quello che, dopo mesi dalla sua scomparsa, viene ritrovato malridotto vicino a una scogliera?
    — F, 9 marzo 2022
  • «Mezzo secolo dopo il regime dei Colonnelli (1967-1974), la Grecia è di nuovo antica, colma di storia e di fantasia, in questo caso anche di ricchezza linguistica e inventività di tracce, intrecci, concatenazioni. Ma se tra i primi dubbi sul destino di Stelios e la risoluzione...
    — Avvenire, 22 febbraio 2022
  • «Con una scrittura tagliente, ironica e raffinata, il lettore viene condotto nella cronaca di una morte accidentale che non appare troppo convincente. È certa l'identità della vittima? Si tratta di suicidio o disgrazia? Stelios in gioventù era un vincente, ma negli anni si...
    — Corriere della Sera - La Lettura, 6 febbraio 2022
  • «A metà del percorso il plot, colmo di figure femminili (bellicose Penelopi il cui nome inizia quasi sempre con la P), vira verso il giallo a causa dell'irrompere dell'ispettore Hazizamanis, uno sbirro stropicciato dalle frustrazioni provocate dai silenzi misteriosi di quell'isola...
    — La Repubblica - Robinson, 29 gennaio 2022
  • «Difficile che Scoglio Sfrangiato sia un magnete di disgrazie e che chiunque vi passi vi scivoli come un imbecille». Quanto Jordanis, il poliziotto "forestierio" che presta servizio nella minuscola isola greca di Kukutsi, dice a proposito della roccia teatro di due misteriose...
    — Io Donna, 15 gennaio 2022
  • «Mille Sospiri di Ioanna Karistiani è la storia di un'isola e insieme dell'ostinazione a esistere delle donne che la abitano, in un susseguirsi di nascite e morti cui solo l'amore offre riparo. In una Grecia brulla e orgogliosa come i protagonisti della romanzo, è sempre l'omerico...
    — La Stampa - Tuttolibri, 15 gennaio 2022
  • Un bottone e una ciocca di capelli. Questo resta a Pighì per risolvere il mistero della morte del marito. Sull'isoletta greca di Kukutsi, la scomparsa di Stelios ne fa ricordare un'altra, avvenuta quarant'anni prima: quella della bella e triste diciassettenne Nina Tzefriù.
    — Il Venerdì di Repubblica, 14 gennaio 2022

Letteratura neogreca