Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura giapponese

Arai Man

Arai Man

Arai Man svolge la sua attività in molteplici ambiti, è scrittore, paroliere e compositore, nonché regista delle cerimonie di inaugurazione e chiusura delle olimpiadi invernali di Nagano. Tra i riconoscimenti ottenuti, il premio Akutagawa come romanziere e il premio come miglior compositore ai Japan Record Awards.

Tutti i libri di Arai Man

Ultime recensioni

  • Storie in versi – Arai Man, “L’albero della speranza”, Edizioni E/O, euro 9,90 – È la storia dell’ultimo pino rimasto in piedi dei circa 70 mila piantati sulla costa di Fukushima in seguito al catastrofico tsunami del 2011. Metafora della vita umana che si confronta...
    — Città nuova, 24 febbraio 2018
  • È la storia dell’ultimo albero rimasto in piedi sulla costa di Fukushima in seguito al catastrofico tsunami del 2011. Una storia giapponese che, raccontata dall’albero stesso, diventa un messaggio universale.
    — Madre, 1 febbraio 2018
  • La sua chioma stenta ondeggia ancora alla brezza che viene dall’oceano. Intorno al suo tronco smilzo e sinuoso uno scenario che più adatto non potrebbe essere a una visione di Kurosawa: da una parte il grigio del mare; dall’altra lo scheletro di un ostello della gioventù...
    — La Lettura - Corriere della Sera, 14 gennaio 2018
  • L’albero della speranza di Arai Man, con fotografie di Kainuma Takeshi, appena pubblicato da edizioni e/o (traduzione di Costantino Pes) è una storia che parla di sopravvivenza nella distruzione. La copertina recita: La storia e le immagini dell’albero sopravvissuto...
    — L'armadillo furioso, 11 gennaio 2018
  • All’indomani del terribile tsunami che l’11 marzo 2011 si abbatté sulla costa orientale della regione Tohōku, dei settantamila pini che separavano il mare dall’inizio delle attività umane, dell’ampia Distesa di Pini di Takata-Matsubara, ne rimase solo uno. Si trattava...
    — Libreriamo, 10 gennaio 2018
  • Questo libro, L'albero della speranza (Edizioni E/O) racconta lo tsunami avvenuto nel 2011 a Fukushima. Protagonista è l'unico pino sopravvissuto al disastro. Le frasi brevi, le immagini stilizzate, la simbologia poetica trasformano l'evento tragico in una elegia di redenzione.
    — Robinson - La Repubblica, 31 dicembre 2017
  • A metà tra la non-fiction e il racconto fotografico, L’albero della speranza è il volume perfetto per chi non vuole scappare dai problemi del nostro tempo, concentrandosi però sui piccoli segni che ci danno speranza. Lo scrittore e regista Arai Man ha ricostruito...
    — Mondo Fox, 19 dicembre 2017
  • Il 16 giugno 1964, martedì, alle 13:01, un sisma di magnitudo 7.5, colpisce la città di Niigata, Nord Est del Giappone. Il giovane Arai Man frequenta l'ultimo anno delle superiori. La terra si apre in crepe a zig zag, cadono i palazzi, crolla il ponte Shova, s'incendia la raffineria...
    — Il Giornale, 14 dicembre 2017
  • L’albero della speranza è la storia dell’ultimo albero rimasto in piedi sulla costa di Fukushima in seguito al catastrofico tsunami del 2011. Sulla costa investita dal maremoto, circa quattrocento anni fa era stato piantato un bosco di pini marittimi comprendente circa settantamila...
    — Gli scrittori della porta accanto, 11 dicembre 2017

Letteratura giapponese