Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura francese

Caryl Férey

Caryl Férey

Caryl Férey è nato nel 1967. Si è imposto all’attenzione del pubblico con Haka e Utu, due noir ambientati tra i Maori, per i quali ha ricevuto prestigiosi premi, e con Zulu, pubblicato in Italia da Mondadori nella collana Strade blu.

Tutti i libri di Caryl Férey

Ultime recensioni

  • Un primo capitolo agghiacciante. Un aereo sta volando sulla foce del Rio de la Plata. Argentina. Intuiamo quello che leggeremo: un ‘pacco’ che contiene un essere vivo ma stordito dal Pentotal viene scaraventato nel vuoto. Era la tecnica adottata durante la dittatura di Videla...
    — Wuz.it, 16 ottobre 2013
  • Jana, 28 anni, è una mapuche, una di quegli indigeni che vivevano come nomadi da duemila anni nelle pianure più fertili della pampa prima di essere espropriati e messi al bando dalla società argentina. Lunghi capelli neri, occhi a mandorla, un volto ammaliante, alta ma senza...
    — Internazionale, 3 maggio 2013
  • Tutte le classi dirigenti avevano partecipato al saccheggio: politici, banchieri, imprenditori del terziario, FMI, esperti di finanza, sindacati. Le banche e le multinazionali avevano saccheggiato il cadavere politico del paese, lasciando solo sputi sui vetri satinati. La politica...
    — Il Domenicale del Diritto, 5 aprile 2013
  • UTU: Non propriamente un libro di viaggi, ma un giallo curioso per ambientazione: la Nuova Zelanda. Qui un tenente ‘esperto della questione maori’ viene incaricato di indagare sul suicidio di un collega e dovrà immergersi nei sobborghi ben poco turistici di Auckland. Caryl...
    — No Borders Magazine, 3 settembre 2012
  • Ci ritroviamo invece all’altro capo del globo con “Utu”, di Caryl Férey. Lo scrittore francese, esperto di thriller e di viaggi, pubblica, dopo “Haka”, il suo secondo noir ambientato in Nuova Zelanda. Il detective Paul Osborne, un antieroe con la tendenza ad alcol...
    — Luuk Magazine, 5 agosto 2012
  • È “bello, ardente, fosco, sensuale e pericoloso”. Beve. Sniffa cocaina. È violento e non ha scrupoli nell’usare metodi affatto ortodossi per ottenere quello che vuole. Si chiama Paul Osborne, è un tenente della polizia neozelandese ed è il protagonista di questo intrigante...
    — Wuz.it, 27 luglio 2012
  • Quando il tenente Osborne viene incaricato, in quanto esperto della questione maori, di indagare sul misterioso suicidio del collega Fitzgerald impegnato in un’indagine su un violento attivista maori, non immagina neanche lontanamente il ginepraio dai contorni indefiniti e...
    — Mondo Editoriale, 20 giugno 2012

Letteratura francese