Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letterature africane

Ian Holding

Ian Holding

Ian Holding è nato nel 1978 in Zimbabwe. Attualmente vive ad Harare, dove insegna. Il suo romanzo d’esordio, Unfeeling, pubblicato nel 2005, ha ricevuto un’ottima accoglienza da parte della critica, è stato selezionato per il Dylan Thomas Prize nel 2006 e nominato miglior romanzo dell’anno dal Globe and Mail. Uomini e bestie è il suo secondo romanzo.

Tutti i libri di Ian Holding

Ultime recensioni

  • Zimbabwe. Scene del genocidio, le brutali cicatrici del vetriolo. Lui si trasferisce da un frutteto abbandonato a un orto abbandonato, è bianco ed è catturato da tre tipacci, passa di sequestratori (neri) in sequestratori, finché non gli caricano un trabiccolo per trasportare...
    — Il Salvagente, 9 gennaio 2012
  • «Postcolonialismo» è uno di quei termini multivalenti che finiscono per voler dire tutto e nulla, ma almeno uno dei suoi referenti mi sembra fuori discussione: la tragicità. Due scrittori africani ce ne offrono l'imperiosa conferma. Uno è di discendenze europee, Ian Holding,...
    — La Stampa / TuttoLibri, 7 gennaio 2012
  • Non sarebbe preferibile se fossi tutta un'altra creatura? Un animale, magari una bestia da soma, in modo che il mio padrone non debba essere assillato dall'eventualità di provare anche solo un briciolo di compassione per le mie sofferenze? Per lui sarebbe più facile. Io dovrei...
    — Wuz.it, 28 novembre 2011
  • Nel secondo romanzo di Ian Holding, presumibilmente ambientato nello Zimbabwe come il precedente, un personaggio senza nome, mentre fruga in cerca di cibo in mezzo a un deserto postapocalittico, è catturato dai soldati e trascinato in un viaggio con destinazione ignota. Venduto...
    — Internazionale, 4 novembre 2011
  • In una terra primitiva all'indomani di una guerra, o di una carestia, dove tutto è un'apocalisse di polvere e rovine, un individuo viene sequestrato da una banda di disperati e usato come schiavo. Attaccato a un carretto, è costretto a trasportare merci e una donna incinta...
    — D / La Repubblica delle Donne, 29 ottobre 2011

Letterature africane