Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Il canto degli innocenti

Autore: Giusy Ranzini
Testata: Thrillernord
Data: 22 novembre 2016
URL: http://thrillernord.it/ilcantodegliinnocenti.html

In città sembra che gli adolescenti siano impazziti. Uno dietro l’altro, accadono una serie di omicidi commessi da giovani tra i dodici e i quindici anni. E ogni volta gli assassini non scappano, fieri di ciò che hanno fatto, delle loro vendette verso l'adulto o la società intera. Indaga il nuovo personaggio di Pulixi, il commissario Vito Strega, brillante investigatore e uomo d’azione, che, nonostante la sospensione, non riesce a stare fuori dalle indagini, convinto che i singoli omicidi che stanno accadendo, siano in realtà capitoli di un più grande disegno, elaborato da un diabolico Burattinaio.

Il canto degli innocenti è il primo capitolo di una serie poliziesca intitolata "I canti del Male". Combattere il male, sarà la vera sfida per il commissario Vito Strega, un commissario filosofico che sa cogliere le sfumature dell'animo umano ed esaminare i meccanismi della menti criminali. Vito Strega è anche un uomo tormentato da tanti problemi che deve affrontare nella sua vita privata: un matrimonio fallito e una momentanea sospensione dal servizio dovuta all'uccisione di un collega. Uccisione o suicidio?

La narrazione si sviluppa su due piani in grado di convivere senza sovrapposizioni e forzature: l’indagine e le vicende personali dei personaggi. I capitolo sono brevi e la scrittura è essenziale, cruda, immediata. Attraverso la narrazione, l'autore ci conduce negli anfratti dannati della mente umana, sottolineando quel sottilissimo confine che separa la normalità dall'animalesca brutalità. “Il canto degli innocenti” è come un animale che addenta la carne e si insinua nella mente del lettore come la lama affilata di un coltello. Vorrei che Piergiorgio Pulixi tornasse, a breve, ad intonare i "Canti del Male", per vedere l'evoluzione dei personaggi e lo sviluppo di alcuni aspetti della storia, lasciati in sospeso in questo primo capitolo. La figura, a mio parere, più oscura, affascinante e seducente del romanzo, Marina, ha ancora molto da rivelare e vorrei ritrovarla nei prossimi capitoli.

A presto Vito Strega!