Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Volevo un maschio

Autore: Cristina Nadotti
Testata: La Repubblica - Robinson
Data: 20 agosto 2017

L'amore di Patrizia Rinaldi per le parole, il loro suono e il modo di combinarsi, pervade questo romanzo a più voci. La storia di Na, la figlia maschio del titolo, racchiude in sé tutto il male e il bene del mondo. Questo insieme Rinaldi lo racconta con una durezza che, soprattutto nel primo capitolo del libro, ha la capacità di attrarre come soltanto la voglia di scoprire l'infimo può fare. Ci sono molte chiavi di lettura nella storia di Na e delle persone che vogliono possederla (e il termine va inteso nel sia in modo figurato, sia letterale), la trama però indulge su come amore, voglia di riscatto e vendetta siano pulsioni simili e intrecciate, mai bastevoli o comprensibili singolarmente.