Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Una famiglia molto particolare

Autore: Isabella Fava
Testata: Donna Moderna
Data: 10 gennaio 2018

Nell’introduzione a Il club dei bugiardi Mary Karr racconta un incontro avvenuto con i lettori anni dopo la pubblicazione del suo romanzo. Molti sono in lacrime. «Il tuo libro mi ha cambiato la vita» dice una signora. Non si stenta a crederle. Mary Karr è considerata la regina del memoir e in questo romanzo descrive la sua famiglia disfunzionale vista con lo sguardo innocente e surreale di lei bambina. La madre è affetta da “Nervosismo” e ha sempre il bicchiere in mano; il padre è un operaio forte e un po’ rude, ma anche capace di grandi slanci di tenerezza (la chiama “piccolina”), frequenta un club di compagni di bevute dove fanno a gara a chi le spara più grosse; la nonna Moore è rigida e temutissima e arriva per passare gli ultimi mesi in famiglia prima di morire di cancro. Siamo a Leechfield, in Texas, negli anni ’60. In questo contesto Mary e la sorella Lecia cercano di cavarsela e di dare un senso alle loro giornate tra vicini basiti e conoscenti improbabili, tragedie annunciate e situazioni paradossali, a volte esilaranti. La domanda è: come ha fatto a sopravvivere a tutto questo? Nonostante ciò, nelle frasi e nelle parole di Mary Karr si sente l’affetto per quei genitori eccentrici e disgraziati. E comprensione per le loro anime ferite (anche se le loro lacerazioni colpiscono come una valanga lei e la sorella). La storia è a tratti commovente, altre divertente e pazza. E Mary Karr la racconta benissimo.