Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Siamo prigionieri tutti, ma alcuni di noi sono rinchiusi in una cella con finestre e altri senza

Autore: Ilaria Perreca
Testata: La fenice book
Data: 6 febbraio 2018
URL: http://www.lafenicebook.com/2018/02/siamo-prigionieri-tutti-ma-alcuni-di.html

Lucky è un romanzo di Alice Sebold, autrice di Amabili resti, si tratta di una ristampa visto che la prima edizione di questo libro è stata stampata nel 1999 ottenendo un grosso successo. E' un'autobiografia in cui l'autrice parla dello stupro subito al college, una traumatica esperienza che l'ha ovviamente segnata a vita e che ha poi cambiato l'intero corso della sua esistenza. Partendo dalla notte della violenza, la Sebold racconta poi dell'indagine che seguì e del lungo processo che decise di affrontare pur di vedere incolpato il suo violentatore.

Oltre ad essere una drammatica e molto onesta testimonianza della violenza subita e delle sue conseguenze a breve e a lungo termine, questo racconto parla anche dell'evoluzione psicologica della Sebold e di come questa terribile esperienza l'ha segnata e l'ha fatta poi diventare la scrittrice che è oggi. In bilico tra un memoir e una condanna al sistema, questo libro rappresenta allo stesso tempo orrore e speranza.

Sono sempre stata indecisa se affrontare o meno una lettura del genere, Lucky è il genere di libro che riesce a farti a pezzi nel vero senso della parola. Leggere della terribile violenza subita dalla Sebold è stato difficile, così com'è stato difficile affrontare il dopo: la vergogna, la paura, il sentirsi costantemente sporca, rovinata.

La Sebold parla di questa esperienza con estremo candore ed onestà, non nasconde nulla, nemmeno i dettagli più scabrosi. Si tratta di una lettura dura, è come un pugno nello stomaco, perchè è impossibile non immedesimarsi in lei.

Oltre ad essere una biografia, questa storia vuole anche essere una sorta di condanna al sistema, perchè la Sebold è stata "fortunata". Fortunata perchè i lividi e le ammaccature erano troppo evidenti, fortunata perchè era una ragazza bianca stuprata in un college prestigioso da un uomo di colore, fortunata perchè al momento dell'aggressione era vergine.

La Sebold invita a riflettere sul caso opposto, cosa sarebbe successo a ruoli invertiti? Probabilmente il caso sarebbe stato archiviato, non ci sarebbe stata giustizia per la vittima. Questo è quello che è successo migliaia di volte in passato e che continua ad accadere oggi.

E' per questo che la testimonianza della Sebold è preziosa, perché, oltre al fatto che lei sia riuscita a ottenere giustizia e a sopravvivere a quei terribili momenti, il suo racconto rappresenta una piccola luce di speranza in un mare nero di orrore e dolore. Purtroppo le violenze sessuali sono ancora all'ordine del giorno e nella maggior parte dei casi le vittime sono ancora per la quasi totalità donne, Lucky è ancora attualissimo e la storia della Sebold è la testimonianza di chi, nonostante tutto, è riuscita a sopravvivere. Buona lettura!