Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Naviganti delle tenebre

Autore: Massimo Ghigi
Testata: Thrillernord
Data: 23 maggio 2018
URL: http://thrillernord.it/naviganti-delle-tenebre/

Che bello questo noir di Carlo Mazza!

Un noir come, personalmente, penso debbano essere scritti!

Desolante, inesorabile, senza edificanti happy-end… Insomma una storia dove, nel migliore dei casi, finisci (letteralmente) sbranato tra le fauci di un leone!

Personaggi che, sotto ‘simpatici’ soprannomi, nascondono una ferocia inaudita, dove solo sottili sfumature separano i ‘buoni’ dai ‘cattivi’ e dove non c’è veramente la possibilità di parteggiare per qualcuno perché, alla fine, tutti sono perdenti, tutti sono miseri ‘esseri umani’ e, per questo, fallibili e imperfetti.

Il libro parte subito a razzo, con cadaveri che vengono disseminati lungo la storia, e il ricordo di altre morti aleggia nell’aria pagina dopo pagina; due storie si intrecciano abilmente in un unico dramma, una storia di morte avvenuta nel passato e un rapimento avvenuto nel presente.

Il capitano dei carabinieri Bosdaves (gran bel personaggio!) è ormai svilito, schifato, quasi, dalla realtà di violenza e omertà con cui deve avere a che fare tutti i giorni; il suo stesso ambiente di lavoro, dove una promozione in arrivo equivale quasi a un esilio, ormai gli sta decisamente stretto.

Quasi suo malgrado Bosdaves si trova tra le mani una gatta da pelare niente male, con il rapimento della giovane etiope Samira e, sullo sfondo, una Bari in balìa di antisemiti e di indigeni esasperati ad arte, ovviamente, da chi ha interesse a seminare il caos.

La storia procede inesorabile verso un finale amaro dove l’unica certezza non può che essere la morte.

Non avevo mai letto nulla prima d’ora di questo autore, e il fatto positivo di partire con l’ultima opera, è la certezza di avere altro materiale da leggere fin da subito!

Sì, perché questo Naviganti delle tenebre di Carlo Mazza, mi è piaciuto proprio tanto!

Alla prossima!