Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Ritorno alla buia valle

Autore: Manuela Baldi
Testata: Thrillernord
Data: 21 febbraio 2019
URL: http://thrillernord.it/ritorno-alla-buia-valle/

Scritto in prima persona, “Ritorno alla buia valle” è diviso in due parti ognuna a sua volta in capitoli che inizialmente sono scollegati gli uni dagli altri. Sembrano vicende a sé stanti con protagonisti diversi, non si coglie il legame.

Nella narrazione piano piano le pedine vanno a posto, ci sono salti temporali perché una parte del racconto è dedicata al poeta francese Rimbaud, del quale si sta occupando “il Console” che come spiega nel libro per presentarsi, sta scrivendo :”Un testo-viaggio nella vita di uno dei più grandi profughi d’Oriente e d’Occidente. La vita del poeta Arthur Rimbaud…”.

Fra i protagonisti spicca Juana la donna, il cui sms da il via allo strano intreccio mentre il Console, pur essendo l’Io narrante, pare quasi defilato dalle vicende come se non ne fosse protagonista ma solamente il narratore.

Storia che si svolge in Europa, Sudamerica ed Africa e permette a chi legge di viaggiare con il pensiero in luoghi molto diversi tra di loro. Intreccio tra passato e presente, vicende personali e pubbliche. C’è un piccolo universo in questo libro, sentimenti, passioni, dolore, nostalgia, violenza. A fare da sfondo vicende reali, terrorismo, narcotraffico.

Il tutto condito con una sorta di disincanto, che permette di raccontare vicende anche molto truci con una sorta di levità, facendole diventare sopportabili e perfino “giuste”.

Cosa non mi è piaciuto?

Pur leggendo velocemente non amo i racconti troppo lunghi e a mio avviso questo lo è, ho trovato pagine non necessariamente funzionali al racconto che lo hanno allungato ed appesantito, ma questo, come detto, attiene ai gusti personali.

Consigliato a chi ama i libri che hanno un respiro lungo, a chi cerca atmosfere sudamericane, a chi cerca in un libro anche lo spunto per riflettere, a chi conosce lo scrittore e sa cosa aspettarsi, a chi non lo conosce perché rimarrà stupito.