Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Se il pianeta è "nervoso" guardiamo le stelle

Autore: Paola Emilia Cicerone
Testata: La Repubblica Salute
Data: 14 maggio 2019

Quanto stress genera la casella piena di e-mail? Oppure quanta tensione abbiamo prima di un colloquio di lavoro? Matthew Haig, saggista inglese, ci suggerisce di misurare esperienze come queste in psicogrammi: unità di misura fittizia che ci ricorda quanto lo stress sia reale e incida sulla nostra vita. È solo uno degli stratagemmi proposti da Haig nel suo Vita su un pianeta nervoso (Edizioni E/O, 15 euro) per far fronte a un mondo sempre più impegnativo. Partendo dalla sua esperienza con ansia e attacchi di panico, Haig ci offre un libro piacevole con aneddoti e consigli, ricorda cose che quando stiamo male dimentichiamo. Spiega che rallentare è benefico. Non riusciremo mai a essere aggiornati su tutto e rispondere in tempo a tutte le mail. Non siamo tanto diversi dagli uomini delle caverne e la tecnologia, per quanto preziosa, è arrivata troppo velocemente. Meglio, allora, imparare almeno ogni tanto a lasciar andare: rivolgendo lo sguardo al cielo stellato e l'attenzione al nostro respiro che ci riporta al centro delle cose.