Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Ossigeno di Sacha Naspini

Testata: La lettrice senza tempo
Data: 9 ottobre 2019
URL: https://lettricesenzatempo.wordpress.com/2019/10/09/ossigeno-di-sacha-naspini-recensione/

“Ossigeno” è un romanzo molto particolare, sia per la scrittura che per la storia raccontata.

Naspini infatti in questo libro non prende tanto in considerazione la figura di chi rapisce bensì tutte le persone che ruotano attorno al rapimento. Tutte quelle persone che direttamente o indirettamente hanno subito uno sconvolgimento della vita proprio a causa dell’azione di uno squilibrato.

Di questa storia avremo diversi punti di vista. Ognuno con la proprio visione dell’accaduto ma soprattutto ognuno con le proprie conseguenze e la propria solitudine.

I personaggi ci vengono presentati e vengono caratterizzati grazie al proprio bagaglio mentale, i loro pensieri e le loro paure. Su alcuni avrei preferito si soffermasse un po’ di più, per poter capire meglio il personaggio e addentrarmi ancor di più nella sua vita. Il passato arriva a ondate come a ondate è tutto il romanzo. Tra ricordi, attimi e sensazioni che arrivato come flash back e che spesso ci raccontano una persona che ormai non c’è più, spazzata via da un’azione terribile. Ed è proprio questo tipo di narrazione che rende questo romanzo claustrofobico e ansiogeno.

Lo stile di scrittura è ipnotico e coinvolgente e ci porta a un finale destabilizzante e per quanto mi riguarda anche piuttosto inquietante. Se vi piaccioni i romanzi insoliti e psicologici mi sento senza ombra di dubbio di consigliarvelo.