Login
Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Autori italiani

Anna Pavignano

Anna Pavignano

Anna Pavignano è nata a Borgomanero, in Piemonte, ha vissuto a Torino e successivamente a Roma e a Napoli. Ha scritto con Massimo Troisi le sceneggiature di tutti i suoi film, dal primo, Ricomincio da tre, fino a Il postino con la regia di Michael Radford, che ha avuto 5 candidature all’Oscar, tra cui quella per la miglior sceneggiatura non originale. Per le Edizioni E/O ha pubblicato Da domani mi alzo tardi, dedicato al ricordo di Massimo Troisi, In bilico sul mare, da cui è stato tratto il film Sul mare con la regia di Alessandro D’Alatri, Venezia, un sogno. Attualmente continua a scrivere per il cinema e la televisione, è autrice anche di libri per ragazzi e insegna scrittura e sceneggiatura. La prima figlia è il suo quarto romanzo per E/O.

Tutti i libri di Anna Pavignano

Prossimi appuntamenti

Roma
23 febbraio ore 18:00
Anna Pavignano presenta La prima figlia a Roma.
Napoli
11 marzo ore 18:00
Anna Pavignano presenta La prima figlia alla libreria IoCiSto di Napoli, con Titti Marrone.

Ultime recensioni

  • «Anna Pavignano regala un racconto poetico fatto di paura e speranza, di solitudine e coraggio, di scienza e coscienza, muovendosi in perfetto equilibrio tra realtà e immaginazione. Il dialogo, colmo d'amore, con la figlia non ancora nata, eppure presente, è un viaggio struggente...
    — Il Tempo, 16 gennaio 2022
  • «È proprio quello il dilemma più grande: è giusto dare la vita a chi per i suoi limiti potrebbe non essere felice? Un romanzo che alla fine suona come un inno alla vita, giocato sul senso della maternità, quella immaginata, quella vissuta, quella temuta: che indaga sulla...
    — Famiglia cristiana, 15 gennaio 2022
  • Ci sono figli che nascono dal nostro corpo, fatti di carne, ossa e vagiti. E ci sono i figli immaginari, quelli a cui ci rivolgiamo quando «ci immaginiamo» madri. Anna Pavignano ha scritto La prima figlia (e/o, pp. 144, e 14), un romanzo che oscilla tra la realtà e la fantasia.
    — Corriere della Sera - La Lettura, 5 dicembre 2021
  • (...) Anna Pavignano regge con mano ferma una trama intessuta con i fili della scelta. Mostra con parole poetiche cosa significa essere madre, quanto forte sia il legame con quel piccolo fiore che si radica nel corpo. Parla di disabilità e di coraggio, di salite...
    — Casa lettori, 29 novembre 2021
  • Poliana, quarant’anni e due figli maschi, rimane incinta e decide di sottoporsi all’amniocentesi. In una notte trascorsa in ospedale sogna di avere una femmina, terrorizzata che possa essere down. (...) Poliana attraversa una notte disperata nella quale una domanda...
    — La Stampa - Tuttolibri, 20 novembre 2021
  • Poliana è incinta e in attesa in day hospital di fare l'amniocentesi: ha quarant'anni e il rischio di partorire un down è piuttosto alto. È immersa in un conflitto profondo. Che cosa farà, come affronterà il futuro se la sua bambina non sarà come se l'era immaginata?
    — Il Venerdì di Repubblica, 12 novembre 2021
  • Sceneggiatrice importante, Anna Pavignano ha lavorato con il grande Massimo Troisi, ha scritto con lui tutti i suoi film, da Ricomincio da tre fino a Il postino, ottenendo, tra l’altro, una candidatura all’Oscar. Ma è anche narratrice, e dopo Da domani mi alzo tardi e In...
    — La Stampa, 21 agosto 2012
  • Venezia è una città affascinante, mistica e curiosa. La bellezza dei palazzi, delle calli, delle gondole sono quegli elementi che colpiscono al cuore Thomas, un americano venuto da Benicia, in California, che ha deciso di mettere le radici nella laguna, dopo aver trascorso...
    — Liberidiscrivere, 6 giugno 2012
  • A dispetto del titolo, che trasuda romanticismo, il libro di Anna Pavignano appena uscito per le edizioni E/O non è affatto un libro particolarmente romantico. Certo, si tratta di un romanzo d’amore, ma non usuale. L’opera è incentrata su di una figura maschile, quella...
    — SoloLibri.net, 11 maggio 2012
  • E pensare che quel libro era rimasto un paio di settimane sul tavolo. Rigorosamente chiuso. Il primo della pila con la nota celata ‘da leggere’. Prima di addormentarmi ne guardavo la copertina. Al risveglio pure. Già il risveglio. Leggendone il titolo sorridevo. Come facevo...
    — Il Mecenate D'Anime, 4 maggio 2012
  • La città è bellissima come sempre, anche se alle prese con il problema dell’acqua alta e l’abbandono del centro storico da parte dei veneziani. Tutto ciò fa nascere tra Venezia e Thomas una simbiosi. L’americano ripercorre la sua vita, l’arrivo in città, l’amore...
    — Libereditor's blog, 4 maggio 2012
  • In una Venezia strangolata dall'acqua alta, Thomas, americano trapiantato in Italia da più di trent'anni, ricorda la propria vita: l'amore per la moglie Ivonne, morta prematuramente di una misteriosa malattia che le ha cancellato la memoria, l'infanzia del figlio e il dialogo...
    — Mauxa, 3 maggio 2012

Autori italiani