Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Libri

Autore: Gary K. Wolfe, Chicago Tribune
Testata: Internazionale
Data: 19 gennaio 2018

Michael Poore non è conosciuto come scrittore di fantascienza, ma gran parte di questa commedia metafisica si svolge in un futuro catastrofico o su pianeti lontani. Dopo la morte, apprendiamo, ognuno attraversa fino a diecimila reincarnazioni per raggiungere la perfezione o affrontare l'estinzione, e allo sfortunato protagonista di Reincarnation Blues, Milo, dopo diverse migliaia di anni, restano appena cinque vite. Il suo ricorrente interesse romantico è Suzie, che incontra per la prima ovlta nel 2600 a.C. come una bambina, ma che in realtà è la morte. Se le relazioni di Milo, ambientate in una sorta di limbo dell'Aldilà, forniscono l'ossatura narrativa del romanzo, la carne è fatta dai molti aneddoti e racconti della vita del protagonista attraverso le epoche, dall'antica valle dell'Indo alla Vienna del cinquecento alla Florida moderna (dove finisce mangiato da uno squalo). Visitiamo anche un futuro in cui la Terra viene distrutta da una cometa, con sopravvissuti che abitano in una stazione spaziale. Se alcuni episodi sembrano facili o stravaganti, altri sono esilaranti o tragici, e molti sono toccanti.