Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Libri

Autore: Michel Abescat, Télérama
Testata: Internazionale
Data: 18 gennaio 2019

Christelle Dabos ha impiegato due anni e mezzo per completare il secondo volume della saga che l'ha portata al successo. Ma nonostante questa lunga attesa era difficile per i lettori dimenticare la sua eroina, Ofelia, solitaria e riservatissima, perché la sua creatrice ha saputo darle un vero spessore, una presenza, una voce inconfondibile. Sta qui il fascino di questi romanzi ponderosi: nell'introspezione psicologica, nella delicatezza del tratto, nell'umorismo discreto dello sguardo. Non c'è bisogno di colpi di scena spettacolari. Christelle Dabos ha creato un universo discretamente fantastico e fortemente intrigante. Ed è la qualità letteraria dei suoi testi, la sua forza narrativa, l'elegante sobrietà della sua scrittura che conquista il lettore. Qui ritroviamo Ofelia lontana dal suo clan e in un paese straniero. Rischia un matrimonio forzato, e si confronta con un mondo di miraggi e finzioni, scosso da rivalità e complotti. Come la Alice di Carroll, si perde in un universo enigmatico e inquietante.