Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Maurizio Fiorino e il suo “Ora che sono nato”

Testata: CrotoneOK
Data: 15 aprile 2019
URL: https://www.crotoneok.it/maurizio-fiorino-e-il-suo-ora-che-sono-nato/

Una nuova opera sul cammino dell’autore crotonese Maurizio Fiorino che ha presentato nei giorni scorsi il libro dal titolo “Ora che sono nato”, edizione e/o.

«Questa è la mia terza opera letteraria, dopo le gratificazioni giunte attraverso “Amodio”, pubblicato nel 2014 e “Fondo Gesù”, rilasciato nel 2016. Questo libro tratta come tematica principale la figura della famiglia. La storia narrata è ambientata nel sud Italia senza però collocarsi in un luogo specifico. All’interno dell’opera la famiglia viene vista attraverso una rappresentazione “pirandelliana”, una sorta di spettacolo che va avanti dall’inizio alla fine con la presenza di un bambino che guarda alla famiglia come una sorta d’opera teatrale. Protagonista della storia è Nato, ragazzo ultimo di tre figli che sogna di diventare una Spice Girl».

Nei giorni scorsi lo stesso Maurizio Fiorino è stato ospite a Torino all’ iniziativa “Adotta uno scrittore”, promossa nell’ambito del Salone Internazionale del Libro. Per l’occasione l’autore è stato “adottato” da un Liceo della città piemontese.

«E’ stata una bellissima esperienza – racconta Fiorino -, vivere a contatto con i ragazzi lascia sempre belle sensazioni. Un incontro importante per le emozioni che trasmettono i giovanissimi e per l’interesse che mostrano verso determinate tematiche. Da settembre inizieranno una serie di incontri ma quello svolto è stato un primo passo».

L’autore lascia aperta ogni strada soffermardosi più che sulle aspettative, sulle future produzioni letterarie. Maurizio Fiorino è già a lavoro per programmare il suo quarto testo.

«Ovviamente – continua – l’augurio è sempre quello di avere dato vita ad un testo che possa essere apprezzato per i contenuti trattati e che possa essere compreso per l’argomento narrato. Al momento penso che prenderò un pò di tempo per riposarmi e pensare a futuri lavori, anche se devo dire che ho già in mente una quarta opera letteraria che è già a buon punto e che potrebbe essere pubblicata entro il prossimo anno o magari entro due anni, anche se tutto rimane in continua evoluzione».