Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

“Il giardino dei mostri” narrato da Lorenza Pieri

Testata: Il Libraio
Data: 23 luglio 2019
URL: https://www.illibraio.it/giardino-dei-mostri-lorenza-pieri-1120923/

I destini di due famiglie si intrecciano, si fondono e si scontrano sullo sfondo della Maremma toscana. A metà tra saga rurale e romanzo di formazione, "Il giardino dei mostri" segna il ritorno al romanzo di Lorenza Pieri Sullo sfondo della Maremma toscana i destini di due famiglie si intrecciano tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio dei Novanta. I Biagini, allevatori di cavalli locali, sono i primi a intuire la possibilità di sfruttare l’interesse per il borgo da parte dei Sanfilippi, altoborghesi romani. Inizia così il nuovo libro di Lorenza Pieri, giornalista, drammaturga e scrittrice, nata a Lugo di Romagna ma toscana di adozione. Il giardino dei mostri (Edizioni E/O) arriva in libreria dopo tre anni dall’esordio dell’autrice nel 2016, con Isole minori (Edizioni E/O).

L’amicizia tra Sauro, il buttero ambizioso toscano, e Filippo, il politico romano, anche soci in affari, porta gli altri membri delle famiglie a legarsi e a scontrarsi. Il luogo attorno a loro diventa il teatro perfetto per inscenare i cambiamenti che avvengono in Italia: denaro, fedi politiche, legami familiari, rigore morale e identità sessuale iniziano tutti a essere meno definiti.Tra i familiari, prototipi di un’umanità debole che si mostra apparentemente magnanima ma che il più delle volte è meschina, c’è Annamaria: ha quindici anni, diversi complessi, e cerca a fatica il suo posto nel mondo. Da lei parte un mondo parallelo, che prende la forma del Giardino dei Tarocchi dell’artista franco-americana Niki de Saint Phalle: un luogo magico a cui la ragazza si avvicina pian piano, apprendendo grazie alla donna molte lezioni di vita che nessuno in famiglia aveva mai saputo o voluto darle.

Pieri, che dopo gli studi universitari a Siena e Parigi ha lavorato per quindici anni nel mondo editoriale, fino al suo trasferimento negli Stati Uniti nel 2014, scrive un romanzo complesso, a metà tra una saga rurale e un racconto di formazione. Il giardino dei mostri unisce e fa scontrare due classi sociali diverse, due mondi lontani, da cui nascerà un nuovo Paese.