Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura degli Stati Uniti

Howard Fast

Howard Fast

Howard Fast (New York, 1914 – Old Greenwich, 2003) è stato uno degli scrittori americani più amati e prolifici del secolo appena trascorso. La sua sterminata produzione conta più di 80 volumi fra romanzi, saggi, pamphlet e memoir. Fra le sue opere più importanti, oltre alla saga in sei volumi della famiglia Lavette che inizia con Il vento di San Francisco, ricordiamo Spartacus (da cui venne tratto il celebre film di Kubrick con Kirk Douglas), L’ultima frontiera e Il cittadino Tom Paine.

Tutti i libri di Howard Fast

Ultime recensioni

  • Il vento di San Francisco tra le letture del mese.
    — Sara Cantoni - Youtube, 6 aprile 2017
  • Ho scoperto una nuova penna del panorama americano che non conoscevo.
    — Sara Cantoni - Youtube, 16 marzo 2017
  • “La felicità è il sogno di cui ci nutriamo dal momento stesso in cui usciamo dal grembo materno, e quel poco di decorosa comprensione umana in cui possiamo sperare si disperde lungo la strada.” Il secondo volume della saga di San Francisco prosegue il suo cammino...
    — ThrillerNord, 15 settembre 2016
  • Howard Fast non è uno scrittore che prende scorciatoie ruffiane, non spreca parole o aggettivi. Howard Fast va dritto al sodo perché la sua scrittura ha l’urgenza delle verità: raccontando, sa reinventare il mondo. Anzi, sta sempre dalla parte di chi si sogna di migliorarlo,...
    — Amica, 20 luglio 2016
  • Un anno dopo, puntuale, arriva la seconda puntata della saga dei Lavette-Seldon, iniziata con Il vento di San Francisco (uscito nel 2015). L'autore è uno degli americani più prolifici del secolo scorso, un abilissimo affabulatore dalla fantasia sconfinata che, tra le altre...
    — Vanity Fair, 20 giugno 2016
  • Ascolta la recensione a //Il vento di San Francisco// di Howard Fast.
    — Radio 24, 27 marzo 2016
  • Ripubblicato "Il vento di San Francisco' di Howard Fast: intrecci e passioni di chi scopre una realtà diversa Nella saga familiare di Danny Lavette gli ideali di libertà anche personale che riflettono la vita dello stesso autore
    — La Provincia, 9 gennaio 2016
  • Un romanzo intramontabile, di quelli che al fascino dei personaggi coniuga la storia di un paese, gli Stati Uniti, sin quasi dalle origini del proprio mito: da quando per i tanti emigranti dalla fine dell'800 era la nuova Terra Promessa, sino ai suoi luoghi più oscuri: su tutti...
    — Il Giornale, 28 dicembre 2015
  • Daniel Lavette è nato in un vagone merci che attraversa gli Stati Uniti. Pesa più di quattro chili. Siamo alla fine degli anni Ottanta dell’Ottocento e i suoi genitori, Joseph e Anna, sono immigrati giunti da poco ad Ellis Island. Lui, franco-italiano, è un pescatore, lei,...
    — Mangialibri, 30 luglio 2015
  • “Il vento di San Francisco di Howard Fast (e/o, 2015, titolo originale: The immigrants), è il primo romanzo della saga in sei volumi della famiglia Lavette, edito da e/o e tradotto da Augusta Mattioli. “Daniel Lavette venne al mondo in un vagone merci che attraversava...
    — Sololibri, 10 luglio 2015
  • Tout se tient. Di ritorno da una strana vacanza a New York, mi siedo al tavolo della cucina e penso. A come la realtà superi, e di gran lunga, ogni mia più acrobatica fantasia e a come tutto, nel fondo, sia legato con tutto. E se, per quanto riguarda la (mia) vita, molto...
    — Vanity Fair, 10 luglio 2015
  • Joseph e Anne Lavette, nell'Europa del primo '900, fanno parte di quel flusso immenso e ininterrotto di umamtà che sono i migranti. L'America vista da Marsiglia è lontanissima, ma è lì che tutti desiderano scappare, tra le braccia della grande signora della speranza Sono...
    — Il Foglio, 8 luglio 2015
  • L’altro libro è Il vento di San Francisco, primo di sei romanzi che Howard Fast (autore di Spartacus, una produzione letteraria clamorosa e una vita contrastata dal Maccartismo che da sola vale un romanzo) dedica alla saga della famiglia Lavette. Mezzo francese e mezzo italiano,...
    — IoDonna, 2 luglio 2015
  • Letto da Antonella Janett
    — Radio3i, 18 giugno 2015
  • Prolifico e longevo (è scomparso nel 2003 a 88 anni), Howard Fast è uno scrittore simbolo delle contraddizioni del Novecento american0. Noto soprattutto per aver scritto Spartacus (1952) da cui fu tratto il celebre film di Stanley Kubrick, torna all'attenzione dei lettori...
    — Il Venerdì di Repubblica, 5 giugno 2015
  • Ha militato nel Partito comunista americano (CpUsa) dal 1943 al 1956, pagandone il prezzo al maccartismo: tre mesi di carcere e l’ostracismo degli editori, compreso chi aveva fatto soldi con quello scrittore che a 25 anni vendeva un milione di copie. Ma nella sua vita (1914-...
    — La Lettura Il Corriere della Sera, 31 maggio 2015

Letteratura degli Stati Uniti