Login
Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura francese

Michel Bussi

Michel Bussi

Michel Bussi è l’autore francese di gialli attualmente più venduto oltralpe. È nato in Normandia, dove sono ambientati diversi suoi romanzi e dove ha insegnato geografia all’Università di Rouen. Ninfee nere (Edizioni E/O 2016) è stato il romanzo giallo che nel 2011, anno della sua pubblicazione in Francia, ha avuto il maggior numero di premi: Prix Polar Michel Lebrun, Grand Prix Gustave Flaubert, Prix polar méditerranéen, Prix des lecteurs du festival Polar de Cognac, Prix Goutte de Sang d’encre de Vienne. Nel 2016 le Edizioni E/O hanno pubblicato Tempo assassino, nel 2017 Non lasciare la mia mano e Mai dimenticare, nel 2018 Il quaderno rosso e La doppia madre, nel 2019 La Follia Mazzarino e Forse ho sognato troppo.

Tutti i libri di Michel Bussi

Ultime recensioni

  • Luglio 2008, Rouen, città portuale della Normandia, è appena iniziata L'Armada, l'evento più importante dell'anno, una parata di navi a vela che giungono da ogni parte del mondo per percorrere il corso della Senna fino a Le Havre, richiamando milioni di turisti. Peccato che...
    — F, 8 luglio 2020
  • Ritorna nelle librerie Michel Bussi e lo fa con un libro ambientato nella sua terra natale, la Normandia. Un thriller, come sempre, ben strutturato, nel quale un apparente semplice omicidio darà il via ad un mistero molto più complesso di ciò che sembrava essere all’ inizio...
    — Emozioni in carta, 17 giugno 2020
  • Ottobre 1983. Siamo a Marais Vernier, un comune francese della Normandia. Mauriel accompagna suo marito e la loro figlia Marine. Padre e figlia hanno la passione per le immersioni, questa volta sarà la Senna ad accoglierli. Mauriel è quasi gelosa di questa passione che li accomuna...
    — Contorni di noir, 17 giugno 2020
  • Dopo un primo capitolo che descrive un’ immersione nel fiume seguita da una tragedia, avvenuta venticinque anni prima, si salta nel tempo fino al 2008 a Rouen, capitale della Normandia, al primo glorioso giorno della quinta Armada. Ma per parlare dell’Armada bisogna, tanto...
    — Milanonera, 10 giugno 2020
  • Michel Bussi, classe 1965, professore all’università di Rouen, oggi è uno dei giallisti francesi più noti. Si dichiara figlio di Jules Verne, Arsenio Lupin, Agatha Christie, ma, se l’Autore me lo permette, aggiungerei anche un debito nei confronti del celebre Commissario...
    — Pensieri accesi, 9 giugno 2020
  • Nuovo avvincente appuntamento con Michel Bussi, la lettura dei cui romanzi è una corsa contro il tempo per arrivare alle ultime pagine, nelle quali si svelano finalmente i misteri intorno ai quali l’autore costruisce le sue complicate trame narrative. Gli scenari cambiano...
    — SoloLibri, 29 maggio 2020
  • Usciti di Senna” è uno dei primi gialli di Michel Bussi: la trama risulta ben arzigogolata, ricca degli onesti trucchi e dei rovelli culturali del genere. Fra tragedie e delitti distanti nel tempo, protagonista è anche la patria dell’autore, la Normandia. Vien voglia di...
    — Lucia Libri, 28 maggio 2020
  • Pirati di fiume Un marinaio messicano viene pugnalato al cuore nel bel mezzo dell’Armada, la parata di velieri e navi militari che si tiene ogni cinque anni a Rouen. Una brutta sorpresa per il commissario Paturel, che per non seminare il panico tra i turisti cerca di...
    — Silhouette Donna, 28 maggio 2020
  • A breve distanza dal suo ultimo romanzo, Michel Bussi torna in libreria con un libro ambientato nella sua terra natale, la Normandia. L’opera è un giallo ben congeniato, nel quale un mistero circoscritto alla manifestazione più importante di Rouen, l’Armada, si dipana...
    — Thrillernord, 27 maggio 2020
  • Come spesso accade si tende ad immaginare il romanzo poliziesco caratterizzato da un copione tendenzialmente ripetitivo e poco originale; mentre in realtà chi si cimenta nella letteratura di genere, o almeno quella che sembra essere tale, non poche volte sembra avere proprio...
    — Lankenauta, 25 maggio 2020
  • Dietro al tesoro. Dietro al pallone. Dietro al traffico di esseri umani. Nessun dubbio: Michel Bussi, tra i giallisti più famosi d’Europa, colpisce duro con “Il quaderno rosso” (e, ancora una volta, applausi alle edizioni e/o), terribile (nella sua bellezza) storia mediterranea...
    — Quotidiano.net, 23 maggio 2020
  • La copertina non poteva essere più indovinata, anzi è il compendio dell'ultimo romanzo di Bussi: fondo rosa arancio, in primo piano la silhouette di una hostess circondata di nuvole, la scia di un aereo che si interseca con il volo di una rondine, in secondo piano un giovane...
    — Thriller Magazine, 20 maggio 2020
  • L’amore, il viaggio e il tempo. Sono queste le coordinate della storia che Bussi racconta nel suo nuovo libro pieno di suspence e ricco di interrogativi, ma anche di spunti di riflessione. L’amore è sicuramente protagonista indiscusso. Nathalie, la protagonista, ha...
    — I libri di Meg, 30 marzo 2020
  • Nathalie Nathy, minuta bella brunetta, chiacchierona e festaiola, occhi grigi con riflessi verdi (azzurri se si sente innamorata), ribelle ciuffo a scopino, ha quasi 53 anni e da trenta fa l’hostess di volo Air France nel mondo, quindici giorni ogni mese in perenne jet lag.
    — Mangialibri, 11 marzo 2020
  • Michel Bussi prende a prestito il verso di una vecchia canzone d'amore per costruire un thriller anomalo, con il ritmo implacabile e il fascino sottile di un album musicale, tra un ritornello struggente e un riff malandrino di chitarra. A comporlo è Ylian, musicista geniale...
    — La Stampa - Tuttolibri, 7 dicembre 2019
  • Se siete donne, probabilmente odierete “Forse ho sognato troppo”, il nuovo romanzo che Michel Bussi questa volta ambienta in Paesi lontani dall’amata Normandia.. Se siete lettori, sicuramente divorerete il suo nuovo romanzo. Perchè dopo il capolavoro assoluto...
    — Thrillernord, 2 dicembre 2019
  • Con Forse ho sognato troppo, Michel Bussi ci offre di nuovo un romanzo avvincente, anche se la trama può risultare qua e là un po' tirata per i capelli. In compenso stavolta c'è una commovente storia d'amore. Quella di Nathy, assistente di volo, che si è sistemata comodamente...
    — Internazionale, 22 novembre 2019
  • Otto milioni di copie vendute solo in Francia, adattamenti televisivi di successo e traduzioni in 34 lingue - cinese incluso - dei suoi romanzi. Michel Bussi, 54 anni, siede decisamente nell'empireo degli autori più popolari in Francia. In Italia il fenomeno è esploso nel 2016,...
    — Io Donna, 16 novembre 2019
  • Inizia così uno dei romanzi più letti e apprezzati di Michel Bussi. Ma quello di cui vi parlo oggi e’ il suo adattamento a fumetto, realizzato dallo sceneggiatore Fred Duval e dal disegnatore Didier Cassegraine. Un thriller avvincente e complesso che vi condurrà in...
    — Emozioni in carta, 13 novembre 2019
  • Michel Bussi è uno degli autori più recensiti Oltralpe (qui nello stivalone per merito del nostro traduttore Bracci Testasecca Alberto). Il suo ultimissimo “La follia Mazzarino” (E/O Ed.) è capolavoro. Ma e che c’entra il Cardinal Mazzarino con la follia... già...
    — La Sicilia, 6 novembre 2019

Letteratura francese