Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura francese

Michel Bussi

Michel Bussi

Michel Bussi è l’autore francese di gialli attualmente più venduto oltralpe. È nato in Normandia, dove sono ambientati diversi suoi romanzi e dove insegna geografia all’Università di Rouen. Ninfee nere (Edizioni E/O 2016) è stato il romanzo giallo che nel 2011, anno della sua pubblicazione in Francia, ha avuto il maggior numero di premi: Prix Polar Michel Lebrun, Grand Prix Gustave Flaubert, Prix polar méditerranéen, Prix des lecteurs du festival Polar de Cognac, Prix Goutte de Sang d’encre de Vienne.

Tutti i libri di Michel Bussi

Ultime recensioni

  • Un omicidio non è un omicidio se non c’è un cadavere e, in questo caso, quello di Liane Bellion non si trova; eppure ci sono schizzi di sangue nella sua camera d’albergo, è sparito un coltello e qualcuno giura di aver visto il marito, Martial, spingere un carrello fino...
    — Sololibri, 17 luglio 2017
  • Ciao e buona giornata! “Non lasciare la mia mano”, recita il titolo dell’ultimo libro di Michel Bussi, il più celebre scrittore di noir in Francia, meno di quello che merita, qui da noi in Italia. Ebbene, mi sono scervellata, per racchiudere il libro in poche e convincenti...
    — Guardo Libri Leggo Film, 14 luglio 2017
  • Bussi è, come sempre, un maestro nel caratterizzare i personaggi che popolano le sue storie, come è bravo ad inserire questi personaggi in un ambiente con le sue pecularietà, facendoci comprendere la società in cui si inseriscono e lo spazio in cui si muovono.
    — Un libro per amico, 10 luglio 2017
  • Chi ha detto che i romanzi noir o thriller non possano insegnare qualcosa? Non lasciare la mia mano è uno di quei romanzi che ti arricchisce e che ti fa conoscere un’isola, La Réunion, regione francese situata vicino al Madagascar, i suoi abitanti, e le razze che vi...
    — Thrillernord, 9 luglio 2017
  • Parlare di questo libro senza svelare troppi particolari della trama comporta coinvolgere il lettore nell'incanto che traspare dalle pagine di questo giallo molto ben architettato. Siamo a Giverny, il paese della Normandia noto in tutto il mondo per la casa-giardino di Claude...
    — Critica letteraria, 6 luglio 2017
  • “Non lasciare la mia mano” si lascia leggere tutto d’un fiato come una bibita fresca in questa estate caldissima e il lettore può godersi una storia “leggera” ma mai banale e sempre interessante.
    — Mangialibri, 28 giugno 2017
  • Non lasciare la mia mano, di Michel Bussi (Edizioni E/O, € 16) è un thriller che parte in modo decisamente spiazzante. Si indaga su un omicidio ma manca il cadavere di Liane Bellion, giovane donna in vacanza con il marito Martial e la figlia di sei anni, Sofa, a Réunion,...
    — Tu Style, 23 giugno 2017
  • Bussi cambia ambientazione a ogni libro ed è la sua forza, perché la scoperta dei luoghi, che tratteggia benissimo, è parte della curiosità che muove il lettore.
    — Il Venerdì di Repubblica, 23 giugno 2017
  • Ritorna in libreria Michel Bussi, accreditato autore noir francese (il più richiesto oltralpe) con "Tempo assassino" (E/O ed.). vi ricordo che il suo precedente Ninfee nere ebbe gran successo in Italia. In Tempo assassino la Corsica, isola delle bellezze, assume qui contorni...
    — La Sicilia, 21 giugno 2017
  • Un’intervista con lo scrittore, autore del noir «Non lasciare la mia mano». La narrativa di genere come un accurato e «scientifico» lavoro di inchiesta sulla realtà. I misteri nascosti dietro le cartoline patinate della Normandia, della Corsica e della Réunion
    — Il Manifesto, 21 giugno 2017
  • (...) Più moderato, il francese Michel Bussi, in “Non lasciare la mia mano” (E/O) concede qualche chance ai maschi “giusti”, come il poliziotto-fricchettone Christos Konstantinov, peraltro subordinato all’energica, tenace e acutissima comandante Aja Purvi, e innamorato...
    — L'Espresso, 19 giugno 2017
  • Per chi si è appassionato a "Ninfee nere" e a "Tempo assassino", ritorna Michel Bussi, maestro del noir di questi anni, con una storia piena di colpi di scena sullo sfondo delle isole tropicali dell'Oceano Indiano.
    — Diva e donna, 14 giugno 2017
  • "Non lasciare la mia mano" si conferma il thriller meglio riuscito di Bussi, con subito al seguito "Ninfee nere" dai toni più misteriosi e magici.
    — L'officina del libro, 6 giugno 2017
  • Leggiamo “Ninfee nere” e non ci rendiamo conto del sortilegio che Michel Bussi sta gettando su di noi.
    — Leggere a lume di candela, 5 giugno 2017
  • Noir atipico nello scenario dell'isola La Réunion. Ua donna scomparsa, un marito sospetto e due investigatori sui generis si muovono in un romanzo che scava nei sentimenti. Dall'autore di culto nei paesi di lingua francese.
    — Marie Claire Maison, 5 giugno 2017
  • "La Réunion, un’isola che è un piccolo paradiso per le vacanze. Come può essere minaccioso un posto così bello, tra monti e mare? È come il Male che si nasconde dove non lo sospettiamo" (M. Piccone) La Réunion, isola dell’arcipelago delle Mascarene nell’oceano...
    — Stradanove, 3 giugno 2017
  • Michel Bussi è famoso per ambientare quasi tutti i suoi romanzi gialli – che riscuotono da qualche anno il plauso sia della critica che dei lettori – in Normandia, terra in cui è nato e cresciuto. Eppure la sua ultima fatica, Tempo assassino, non ha praticamente niente...
    — Piego di libri, 31 maggio 2017
  • Onore al merito a Bussi che regalando sempre una peculiare attenzione allo scenario e all’atmosfera, sa raccontare le sue storie, centillinando con maestria quanto basta di suspense e analisi psicologica e costruendole senza i trucchi a effetto choc di tanti romanzi in circolazione.
    — Milanonera, 22 maggio 2017
  • La Réunion, isola dell’arcipelago delle Mascarene nell’oceano indiano, ad est del Madagascar, a 200 km. dalle Mauritius, dipartimento d’oltremare della Francia. Un’isola che è un piccolo paradiso per le vacanze. La famiglia di Martial Bellion- lui, la moglie Liane...
    — Leggere a lume di candela, 21 maggio 2017

Letteratura francese