Login
Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura inglese

Kate Tempest

Kate Tempest

Kate Esther Calvert, in arte Kate Tempest, è una poetessa e rapper londinese. Nel 2011 incide il primo album con la sua band, i Sound of Rum, che la seguono ancora nei suoi tour da solista inaugurati con l’album Everybody Down nel 2014. Riempie gli stadi e va su MTV. Nel frattempo i suoi libri di poesie vanno in classifica, le sue performance registrano il tutto esaurito. Nel 2014 la Poetry Society la inserisce tra i poeti della nuova generazione. Nel 2017 le Edizioni E/O hanno pubblicato Let Them Eat Chaos/Che mangino caos e nel 2018 Hold Your Own/Resta te stessa.

Tutti i libri di Kate Tempest

Ultime recensioni

  • “Milioni di personaggi, ognuno con la sua narrazione epica”. È così che ci vede Kate Tempest, così considera i suoi simili in un poema moderno, tra l’ode, la ballata e una cadenza rap: Antichi e nuovi di zecca, un libretto-poemetto, una proposta insolita delle...
    — Sololibri, 1 agosto 2020
  • “When everything is fluid, and when nothing can be known with any certainty / Hold your own (Quando tutto è fluido e niente può essere saputo con certezza, resta te stessa)”, le parole in inglese della poeta, performer e rapper londinese Kate Tempest vibrano nell’aria...
    — Internazionale, 22 luglio 2020
  • «Let Them Eat Caos/Che mangino caos»: l’opera in versi della poetessa e rapper inglese Kate Tempest è il suggerimento dello scrittore. «Racconta quello che sta succedendo a noi, ma al contrario» | Corriere Tv È lo scrittore Mauro Covacich a suggerire...
    — Corriere Tv, 13 marzo 2020
  • — Passione Retorica, 17 febbraio 2020
  • “Gli Dèi sono presenti / perché gli dèi sono dentro di noi”. Basta uscire di casa o prendere un autobus per rendersene conto. Chiunque con le sue piccole, ripetute azioni quotidiane, dimostra di essere un contemporaneo esempio di divinità greca. Chi scommette sul cavallo...
    — Mangialibri, 15 febbraio 2020
  • Il mio incontro con Kate Tempest, londinese di Brockley, zona sudest, classe 1985, è avvenuto sotto un segno decisamente inatteso, e senz'altro differente rispetto ai canali attraverso cui si può, in genere, scoprire una nuova poetessa. Un paio di anni fa, infatti, un amico...
    — Il Foglio, 13 febbraio 2020
  • Su Radio 3 si parla dei libri di Kate Tempest. Ascolta il podcast del programma.
    — Rai Radio 3, 13 febbraio 2020
  • “Europe is lost, America lost, London lost”. C’è la Brexit, stavolta c’è davvero, e magari è per quello che se googli “Europe is”, perché un po’ te lo stai domandando, ce lo stiamo domandando tutti, che cos’è e che cosa sarà l’Europa, il primo risultato...
    — Il Foglio, 2 febbraio 2020
  • Un mix di poesie di strada, rap e racconto orale con cui Kate Tempest è diventata famosa in Inghilterra. In questo libro, il suo stile unico e alternativo, diventa epico: è la storia di due famiglie e del groviglio delle loro vite, ambientate sullo sfondo della città e intrecciate...
    — F, 29 gennaio 2020
  • (...) «L’imperialismo estetico a base culturale, di cui la sinistra fa le spese non meno di coloro che ambisce a rappresentare, proprio perché non riesce a liberarsi del narcisismo idolatrico che l’Immaginario dell’imperium reclama, è dunque il nano nascosto nell’apparato...
    — Il Manifesto, 24 gennaio 2020
  • Forse è merito del rap, con le sue rime e i giochi di parole, o forse è persino merito di Instagram, che alla lunghezza preferisce una brevità un po’ sapienziale, forse è perché la complessità dell’esistenza è difficile da spiegare, allora è meglio provare a suggerirla,...
    — Esquire, 17 gennaio 2020
  • Kate Tempest è una delle interpreti più entusiasmanti e innovative che siano emerse nella Spoken Word Poetry in molti anni. La miscela di poesia di strada, rap e storytelling le ha conquistato schiere di seguaci in tutto il Regno Unito. La sua presenza scenica emerge prepotente...
    — Emozioni in carta, 3 dicembre 2019
  • — Marco Cantoni, 27 novembre 2019
  • «Questo poema è stato scritto per essere letto ad alta voce». Ma oggi, nel 2019, chi scrive più poemi? Kate Tempest, ad esempio: poetessa, compositrice, scrittrice inglese classe 1985. E soprattutto spoken word perfomer, per dire in un altro modo la sua professione...
    — Tuttolibri - La Stampa, 9 novembre 2019
  • — FairyWithHobbitFeet, 9 novembre 2019
  • — Passione Retorica, 30 ottobre 2019
  • Gli eroi son tutti giovani e belli, ha cantato Guccini. E maschi, ha preso a sottolineare il revisionismo femminista, se è lecito chiamare così, e senza che nessuna si senta offesa, tutto il recente riscrivere epiche, genealogie, mitologie, saghe dalla parte delle donne, con...
    — Il Foglio, 27 ottobre 2019
  • “Coraggio mettete bene a fuoco”, gli Antichi nuovi di zecca sono i ragazzi per strada, l’uomo solo dietro la finestra appannata, la donna che cammina pensando al coraggio che serve per andare avanti: sono gli dei, siamo noi, raccontati da Kate Tempest. Un libro piccolo...
    — Geabook, 25 ottobre 2019
  • Antichi nuovi di zecca, il testo della poeta e performer inglese Kate Tempest (e/o, pagg. 160, €16; tr. R. Duranti), è tecnicamente impossibile da giudicare. Nato come pièce di spoken word - quella forma di poesia nata per essere «detta» -, fissato con l'inchiostro perde...
    — Vanity Fair, 23 ottobre 2019
  • Brand new ancients 'è un poema pensato per essere recitato ad alta voce, con una base musicale. Un poema classico insomma, solo che prevede un teatro, o uno stadio. E una base di bassi.’ Ammetto di aver iniziato declamandolo, poi però ero in mezzo alla gente e mi è...
    — Esmeralda viaggi e libri, 23 ottobre 2019

Letteratura inglese