Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Autori italiani

Sacha Naspini

Sacha Naspini

Sacha Naspini è nato a Grosseto nel 1976. Collabora come editor e art director con diverse realtà editoriali. È autore di numerosi racconti e romanzi, tra i quali ricordiamo L’ingrato (2006), I sassi (2007), I Cariolanti (2009), Le nostre assenze (2012), Il gran diavolo (2014), Le Case del malcontento (2018) e Ossigeno (2019). È tradotto in vari Paesi. Scrive per il cinema.

Tutti i libri di Sacha Naspini

Prossimi appuntamenti

Book Pride
Roberto Tiraboschi e Sacha Naspini a Book Pride (Milano, 23 - 25 marzo 2018).
“Con la scusa delle predizioni e il malocchio da sciogliere ho messo i serpenti in tasca a tre generazioni”. Un racconto inedito di Sacha Naspini su The Catcher.

Ultime recensioni

  • Vediamo cosa rimane? Vediamo cosa accade quando nelle tue vene scorre il sangue di un mostro? O quando a soffocarti è l'aria aperta? Ossigeno è la storia di un mostro, letta con gli occhi delle sue vittime. E non necessariamente le vittime sono state rinchiuse. C'è...
    — La libridinosa, 13 gennaio 2020
  • Sono le otto di sera del 6 ottobre 2013 quando l'irreprensibile e stimato professore universitario di antropologia, Carlo Maria Balestri, viene arrestato dai carabinieri, che irrompono nella sua abitazione, sotto lo sguardo attonito del figlio Luca, con l'accusa di rapimento,...
    — Appunti di una giovane reader, 7 gennaio 2020
  • Può il terribile essere appassionante? O ciò sconfinerebbe nella morbosità? No, forse l'aggettivo giusto è... travolgente. Ma bisogna difendersi da quel che tracima se si tratta della, se pur talora invisibile, violenza del mondo. Una forza bruta che agisce anche nel silenzio,...
    — Tellusfolio.it, 22 dicembre 2019
  • Nell’attesa di conoscere di persona Sacha Naspini domenica 15 dicembre al MMAB e poter finalmente domandare a lui i tanti perché rimasti sospesi in fondo ai suoi romanzi, siamo andati a rileggere uno dei suoi libri più significativi: I cariolanti. Sconsigliato a chi soffre...
    — Biblioteca Montelupo Fiorentino, 7 dicembre 2019
  • Uno dei compiti della letteratura è interrogarsi sul male, anche perché ha il privilegio di vederlo sempre «in situazione». Al contrario della filosofia è infatti impegnata a immaginarsi le idee intrecciate con l'esistenza. Sacha Naspini, grossetano, ha scritto un libro...
    — Robinson - La Repubblica, 7 dicembre 2019
  • 6 ottobre 2013, otto di sera. Il professor Carlo Maria Balestri, cinquantanove anni, stimato antropologo di fama internazionale, sta cenando a casa sua in compagnia di Luca, ventisette anni, suo figlio. Come capita tutte le volte che discutono per qualche motivo, il silenzio...
    — Mangialibri, 5 dicembre 2019
  • Ossigeno è il libro del mese di Leggere:tutti. La verità è che assistiamo a una marea di funerali. Madri e padri che muoiono alla velocità della luce, da un decennio all'altro: prima erano una cosa; un giorno li guardi e sembrano degli sconosciuti (può capitare...
    — Leggere:tutti, 3 dicembre 2019
  • “Ossigeno” è l’atteso ritorno di Sacha Naspini dopo il successo de “Le case del malconento” (Ed. E/O) e conferma la grande abilità narrativa dell’autore toscano. Questa volta Sacha Naspini ci porta in una storia dai contorni gialli: un illustre professore di Antropologia...
    — Versilia Today, 11 novembre 2019
  • La lettura di Ossigeno mi ha inchiodata al muro, senza possibilità di movimento. Del tipo, resta lì e ascolta la mia storia. Del tipo, leggi e immagazzina. Così ho fatto. Ho cercato di capire cosa si prova ad essere Luca, rimasto solo al mondo dopo la morte...
    — Sugarpulp, 8 novembre 2019
  • Il secondo romanzo dello scrittore Sasha Naspini è di quelli che lasciano il segno. "Ossigeno" è noir introspettivo, che si legge tutto di un fiato, che porta a interrogarsi sulle prigioni, reali e immaginarie, dell’animo umano, dove gli schemi si sovvertono all’improvviso...
    — Tessere, 31 ottobre 2019
  • Io me lo sentivo che questo libro mi avrebbe tolto il respiro. Me lo sentivo. Ormai ho messo su una bella esperienza e le mie sensazioni sono spesso azzeccate. Certo dopo aver letto "Le case del malcontento" era più facile intuirlo. Le aspettative erano quindi...
    — The Bloody Island, 29 ottobre 2019
  • — Read Vlog Repeat, 24 ottobre 2019
  • Che cos’è che ci definisce? Cos’è che nel corso di una vita ci aiuta a plasmare la nostra identità? Le nostre radici, dove nasciamo, chi ci cresce, chi ci istruisce, chi ci ama, chi ci odia, chi incontriamo, chi viene a mancare? Viviamo nel presente? Nell’attesa di un...
    — Contorni di noir, 24 ottobre 2019
  • Questo è un libro che si muove in una direzione completamente diversa rispetto ad altri che trattano lo stesso tema. Abbiamo un rapimento, una bambina di otto anni che sparisce e un orco cattivo che la tiene rinchiusa. Se vi aspettate di sapere nei particolari cosa accade durante...
    — Punto di partenza, 20 ottobre 2019
  • Una data da segnare nell’agenda: domenica 15 dicembre lo scrittore Sacha Naspini sarà ospite al MMAB per un doppio appuntamento. Il primo è uno speciale laboratorio dal titolo “Sotto traccia: la scrittura nascosta. Incontro letterario con Sacha Naspini”. Il laboratorio...
    — Biblioteca Montelupo Fiorentino, 18 ottobre 2019
  • Anche se cambia registro stilistico, se la sua scrittura si fa più affilata e tagliente nell'aggredire il male della contemporaneità, Sacha Naspini non tradisce mai la sua vocazione, che ha dimostrato nei suoi romanzi precedenti, nel mettere in scena le ombre oscure che inquietano...
    — Avvenire, 18 ottobre 2019
  • Carlo Maria Balestri è un docente di antropologia. È vedovo e ha un figlio, conduce una vita normale e tranquilla fatta di routine quotidiane. Tutto viene sconvolto quando all’improvviso lo arrestano con un’accusa terribile: ha tenuto segregata per quattordici anni una...
    — Milanonera, 17 ottobre 2019
  • Le case del malcontento è il libro precedente di Sacha Naspini, ma io l'ho letto dopo, dopo che mi ero innamorata della sua prosa chirurgicamente esatta, della sua capacità di eviscerare con gentilezza gli animi, della sua laica pietas per il mondo. Nelle Case ho ritrovato...
    — Parole come nuvole, 17 ottobre 2019
  • Una vicenda racconta a quattro voci in blocchi distinti: una bambina viene rapita da un maniaco e tenuta prigioniera 14 anni in un container, legata a una catena, ma con la possibilità di apprendere e diventare un piccolo genio. La ricostruiscono il figlio del maniaco, la ragazza...
    — Famiglia Cristiana, 17 ottobre 2019
  • Sacha, il tuo ultimo romanzo, Ossigeno, ancorchè pura narrativa e con debite differenze, ha la cifra del reale dell’attinenza a fatti di cronaca accaduti. Vorrei chiederti in che momento hai avvertito lo scatto della molla che ti ha ispirato e spinto verso la storia che hai...
    — Thrillernord, 16 ottobre 2019

Autori italiani