Login
Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Autori italiani

Sacha Naspini

Sacha Naspini

Sacha Naspini è nato a Grosseto nel 1976. È autore di numerosi racconti e romanzi, tra i quali ricordiamo L’ingrato (2006), I sassi (2007), Cento per cento (2009), Il gran diavolo (2014) e, per le nostre edizioni, Le Case del malcontento (2018 – Premio Città di Lugnano, Premio Città di Cave, finalista al Premio Città di Rieti; da questo romanzo è in fase di sviluppo una serie tv), Ossigeno (2019 – Premio Pinocchio Sherlock, Città di Collodi), I Cariolanti (2020), Nives (2020) e La voce di Robert Wright (2021). È tradotto o in corso di traduzione in Inghilterra, Canada, Stati Uniti, Francia, Grecia, Corea del Sud, Cina, Croazia, Russia, Spagna, Germania ed Egitto. Scrive per il cinema.

Tutti i libri di Sacha Naspini

Prossimi appuntamenti

Book Pride
Roberto Tiraboschi e Sacha Naspini a Book Pride (Milano, 23 - 25 marzo 2018).
“Con la scusa delle predizioni e il malocchio da sciogliere ho messo i serpenti in tasca a tre generazioni”. Un racconto inedito di Sacha Naspini su The Catcher.
Sacha Naspini, con il suo romanzo Nives, è nella decina dei finalisti al Premio Clara Sereni 2021.
Roma
22 ottobre
Sacha Naspini presenta Le nostre assenze a Roma, presso Neroma festival.

Ultime recensioni

  • È un'opera dallo stile spedito e fortemente cinematografico Le nostre assenze di Sacha Naspini, già pubblicata nel 2012 da Elliot e ora rivista per le edizioni e/o. La trama del romanzo - che potrebbe far parte del genere di formazione dalle tinte autobiografiche - racconta...
    — Corriere della Sera - La Lettura, 18 settembre 2022
  • Una storia che travolge, col suo mistero, la sua ferocia e la sua disperazione, ovvero “Le nostre assenze” di Sacha Naspini. Le crisi e le frustrazioni di un ragazzino di dieci anni alle prese con grossi problemi familiari, che rovescia quel che di distorto ha appreso su...
    — Lucialibri, 14 luglio 2022
  • L'adolescenza in arrivo, le corse in bici dopo la scuola e un tesoro da svelare. Due ragazzini si imbattono, per caso, in una tomba etrusca e decidono di riportarne alla luce i segreti. Si mettono a scavare a mani nude, con il cuore in gola, tra la paura di essere scoperti e...
    — La Freccia, 8 giugno 2022
  • Ascolta "Sacha Naspini "Le nostre assenze"" su Spreaker.
    — Il posto delle parole, 17 maggio 2022
  • «È credo il malcontento la cifra di fondo dei libri, dei personaggi di Sacha Naspini. Questo sentimento di scontentezza, di una desiderata conquista sentimentale o materiale che poi ha pesantemente deluso si muta in infelicità e rabbia, segna la vita di cui si è come prigionieri,...
    — La Nuova Sardegna, 1 maggio 2022
  • Malcontento drammatico che segna una vita tutta da ricostruire E' credo il malcontento la cifra di fondo dei libri, dei personaggi di Sacha Naspini, esemplificato nel suo romanzo più importante, appunto "Le case del malcontento". Questo sentimento di scontentezza, di...
    — Ansa, 26 aprile 2022
  • « Una storia violenta, complicata, difficile da giudicare. Le nostre assenze sono quelle della generazione degli adulti, incapaci di comprendere quanto il male e comportamenti egoistici, inadeguati al ruolo genitoriale, colmi di omissioni e di cattivi esempi, possano influire...
    — Sololibri, 16 aprile 2022
  • Il passato di Sacha Naspini non finisce mai. Ma ritorna, e assume nuove forme che vanno aldilà della semplice ripubblicazione (per la casa editrice e/o) dei romanzi scritti prima de Le case del malcontento, l'opera della consacrazione. Per lo scrittore maremmano, voltarsi indietro...
    — La Repubblica Firenze, 16 aprile 2022
  • «La dote migliore di Sacha Naspini è uno stile, chirurgico, lineare e coinvolgente da consumato narratore, affabulatore di storie che raccoglie e ricompone con tecnica sopraffina. Naspini è l’esatto contrario del narratore italiano tipo, che da anni ricicla la medesima storia...
    — Leggere:tutti, 28 marzo 2022
  • Una lettura scorrevole e surreale, che induce a riflettere sui comportamenti personali, sui ruoli assunti e su come davvero nessuno conosca nessuno. L’ultimo libro di Sacha Naspini, La voce di Robert Wright, pubblicato da Edizioni e/o a ottobre del 2021, è un thriller...
    — Sololibri, 7 gennaio 2022
  • Sacha Naspini ci ha regalato ancora una volta un romanzo intenso, originale, dove la tensione narrativa e il gioco psicologico coi personaggi sono strumenti eccellenti per raccontare e tenere alta l’attenzione del lettore. In questo romanzo Sacha sa coniugare due fra gli aspetti...
    — Versilia Today, 21 novembre 2021
  • Cosa accadrebbe se la voce di un individuo sopravvivesse alla morte del corpo? Ci sarebbe ancora qualcuno – un pubblico – disposto ad ascoltarla? Sacha Naspini è tornato in libreria con “La voce di Robert Wright”, un thriller psicologico sulla disgregazione dell’identità...
    — Il Libraio, 8 novembre 2021
  • (...) L'autore offre un'indagine originale sulle nostre paure e aspettative, sul nostro bisogno di riconoscimento, intrecciandola a una vicenda a un tempo divertente e drammatica, raccontata da una scrittura estremamente efficace. Protagonista, insieme a Serafini, il punto di...
    — La Sicilia, 28 ottobre 2021
  • — Nina la libreria, 25 ottobre 2021
  • La voce di Robert Wright è una lunga indagine sui misteri dell’animo umano, sulla follia e i luoghi che la abitano, sulla fatica che un uomo è costretto a fare per trovare un ruolo nella vita, cercando una ribalta qualsiasi, perché qualcuno si accorga di lui, persino restando...
    — Lib(e)roLibro, 23 ottobre 2021
  • (...) La perdita del tuo dio ti lascia orfano. Dopo aver fatto parlare innumerevoli personaggi te ne resta solo uno da interpretare: te stesso. Stavolta non c’è copione, sei costretto a scendere dal palco, a togliere la maschera. E la finzione crolla. Chi sei adesso? Possibile...
    — IL POSTO DELLE PAROLE, 21 ottobre 2021
  • (...) Il romanzo ci presenta Carlo Serafini, noto al grande pubblico solo per essere la voce di Robert Wright, un grande attore che un giorno decide di suicidarsi. Da questo assunto prende vita una pirandelliana commedia di maschere, per cui Serafini – che era stato uno e centomila...
    — Leggere:tutti, 1 ottobre 2021
  • Un libro da leggere assolutamente, ma alla svelta perché quella di Bastiano è una storia che non consente indugi. Una storia spietata, che mette di fronte a ciò che più ci ripugna e spaventa: la bestialità dell’uomo, la povertà, la morte. I Cariolanti è un romanzo magnetico,...
    — Il Foglio letterario, 28 marzo 2021
  • — Trippando, 14 marzo 2021
  • Ci sono periodi della vita in cui capita di non riuscire a trovare un buon libro da leggere. Molto spesso, però, capita che queste parentesi siano soltanto il prologo di una scoperta letteraria entusiasmante. È quello che ci è successo con il protagonista di questa intervista,...
    — Spacebar, 22 dicembre 2020

Autori italiani