Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Autori italiani

Sacha Naspini

Sacha Naspini

Sacha Naspini è nato a Grosseto nel 1976. Collabora come editor e art director con diverse realtà editoriali. È autore di numerosi racconti e romanzi, tra i quali ricordiamo L’ingrato (2006), I sassi (2007), I Cariolanti (2009), Le nostre assenze (2012), Il gran diavolo (2014). Scrive per il cinema.

Tutti i libri di Sacha Naspini

Prossimi appuntamenti

Book Pride
Roberto Tiraboschi e Sacha Naspini a Book Pride (Milano, 23 - 25 marzo 2018).
Torino
dal 10 maggio ore 09:00 al 14 maggio ore 23:00
Quest'anno sarà un Salone ricchissimo per le Edizioni E/O. Ci trovate al nostro stand (K80 - Pad. 2) e allo stand di Otherwise (J113, Pad. 2), uno spazio dedicato ai librai americani.
Agriturismo Montevaso
dal 7 settembre ore 17:00 al 9 settembre ore 15:00
Laboratorio residenziale di scrittura. Le voci e il non detto, scrivere con le parole. Con Sacha Naspini.

Ultime recensioni

  • Martina Germani Riccardi, ex corsista del master «Il lavoro editoriale», intervista lo scrittore Sacha Naspini, autore di Le case del malcontento (edizioni E/O), e l’editor Claudio Ceciarelli.
    — Scuola del libro, 16 luglio 2018
  • Sacha Naspini è nato a Grosseto e collabora come editor e art director con diverse realtà editoriali. È autore di numerosi racconti e romanzi, tra i quali ricordiamo L’ingrato (2006), I sassi (2007), I Cariolanti (2009), Le nostre assenze (2012), Il gran diavolo (2014).
    — Contorni di noir, 4 luglio 2018
  • Fa un grande lavoro architettonico Sacha Naspini per mettere a punto quella che, da una parte, ha l'apparenza di una maestosa summa aneddotica, in un certo senso orizzontale, ricavata mettendo in fila le decine e decine di voci e vicende di Le Case, una piccola Macondo maremmana...
    — Sul Romanzo, 13 giugno 2018
  • Nel borgo dell'entroterra maremmano Le case non succede mai nulla. Il ritorno di Samuele Radi ha il potere di togliere il velo a questa apparente normalità, facendo emergere un intrico di destini e sentimenti sorprendenti, un concentrato dell'umanità universale. Accadono anche...
    — Famiglia Cristiana, 7 giugno 2018
  • A voi, per esempio, quante volte capita, durante una lettura di sgranare gli occhi, lasciare le labbra schiudersi, abbandonarsi ad un sospiro, sentire i brividi sulla pelle, lungo la schiena, il cuore palpitare e poi strapparsi, trattenere il fiato o lasciarsi andare allo sgomento,...
    — Contorni di noir, 25 maggio 2018
  • — TsdTv Arezzo, 24 maggio 2018
  • Mi corre l’obbligo di effettuare una doverosa premessa relativa all’autore, da me conosciuto una decina di anni fa in occasione della pubblicazione di un mio libro con un comune editore, Il Foglio Letterario, piccola, ma solo a dimensioni, realtà imprenditoriale; in quella...
    — Arte insieme, 19 maggio 2018
  • Alcuni l’hanno paragonato a Spoon River, lui stesso la settimana scorsa al Salone internazionale del libro di Torino ha citato come sui autori di riferimento Bianciardi e Cassola; in realtà credo che “Le Case del malcontento” (Edizioni E/O) di Sacha Naspini sia uno di...
    — Il Termopolio, 18 maggio 2018
  • Sacha Naspini e il suo Le Case del malcontento sono stati per me una fantastica rivelazione. Non conoscevo l’autore e non avevo mai letto nulla prima di questo romanzo, e adesso so che andrò a recuperare il più possibile, perché sono stata veramente conquistata dal suo stile...
    — Lcomelibro, 17 maggio 2018
  • I toscani sono noir, c’è poco da fare. E Sacha Naspini, con il suo Le case del malcontento, è un fulgido esempio di questa noiritudine. Il segreto di questo romanzo è nella sua epigrafe: “Là fuori, oltre a ciò che è giusto e sbagliato, c’è una distesa.
    — Thrillernord, 16 maggio 2018
  • Il dato di fondo è reale: lo stato di abbandono in cui versano i borghi dell'Italia centrale che non riescono a trasformarsi in plastici per turisti scala 1:1. Sacha Naspini parte da qui per dare vita al borgo, chiamato Le Case, che è insieme ambientazione e personaggio principale...
    — Corriere della Sera - La Lettura, 13 maggio 2018
  • Entroterra maremmano, Le Case. Lenti decenni contemporanei. È un borgo millenario, piccolo, scavato nella roccia, una ventina di case a destra e sinistra della via di mezzo, tra la Piazza del mercato e la Torre dell’Orologio, una chiesa, un paio di bar, una bottega, la tabaccheria,...
    — Italiani, 13 maggio 2018
  • Le Case, piccolo borgo nell’entroterra maremmano. Borgo destinato a morire, gente che si sposta per studio o per lavoro. Chi viene da fuori è malvisto e oggetto di chiacchiere e diffidenza. Le Case, una trappola per gli abitanti, un luogo chiuso dove tutti controllano e sono...
    — Sugarpulp, 7 maggio 2018
  • "Le Case è un mostro che ingrassa a ogni nostro respiro, e allora io ne spengo uno per volta, fino all'ultimo, che sarà il mio. Le Case, quando ha fame, scuote la terra in cui è scavato per farci venire i sudori freddi e il cuore forte. Ma anche per lui è cominciata l'agonia,...
    — La contorsionista di parole, 4 maggio 2018
  • Le Case è un borgo su cui dominano le vette di Punta San Martino e delle Due Ali, la chiesa alta e la Torre dell’orologio. È spaccato in due dalla Via di Mezzo, che finisce nella Piazza del Mercato, accanto alla chiesa di San Bastiano, e porta al paese nuovo, giù a valle,...
    — Mangialibri, 4 maggio 2018
  • I luoghi fisici possono determinare le geografie intime dell'essere umano? Si direbbe proprio di sì ascoltando Sacha Naspini, interessante ospite della 17^ edizione della Mostra Regionale del Libro tenutasi a Macomer la scorsa settimana. Nella prima pagina del suo libro...
    — Il Marghine, 2 maggio 2018
  • Un romanzo potente che lascia un po' frastornati dopo averlo terminato per quanto scava a fondo nelle pieghe più recondite dell'animo umano, nelle elaborazioni inconsce individuali che nel finale si dilatano trasmutandosi in una sorta di inconscio collettivo. A Le Case, un piccolo...
    — Tempo news, 28 aprile 2018
  • Non si vive bene sulle creste della Maremma, località Le Case: se non altro perché non vi nasce più un bambino da trent'anni. I pochi artigiani, se hanno bisogno di personale ricorrono al popolo dalla testa grossa e dalla fronte bassa, gli albanesi, che ne approfittano per...
    — Il Giornale, 27 aprile 2018
  • Sala Consiliare del Comune, dove solitamente parlano politici di problemi cittadini. Per un giorno è protagonista la letteratura, con Sacha Naspini e il suo ultimo sorprendente lavoro, Le case del Malcontento (Edizioni “e/o”), un’epopea maremmana, un grande romanzo corale...
    — Futuro Europa, 24 aprile 2018

Autori italiani