Login
Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Autori italiani

Caterina Venturini

Caterina Venturini

Caterina Venturini, scrittrice e sceneggiatrice, è nata ad Amelia, in Umbria, e ha vissuto per molti anni a Roma. Da qualche tempo si è trasferita a Los Angeles. In Italia ha insegnato nella scuola secondaria e collaborato con la cattedra di Letteratura Italiana Contemporanea dell’Università La Sapienza di Roma. Ha pubblicato due romanzi, L'anno breve (Rizzoli 2016) e Le tue stelle sono nane (Fazi 2009), saggi di critica letteraria su rivista (“Quaderni del ’900”, “Nuovi Argomenti”, “Avanguardia” e altre), articoli e racconti. È stata sceneggiatrice del film Anni felici di Daniele Luchetti (2013, sceneggiatura candidata al Nastro d’argento).

Tutti i libri di Caterina Venturini

Prossimi appuntamenti

Firenze
6 luglio ore 18:00
Caterina Venturini presenta QUCHI. Quello che ho ingoiato a Firenze, nell'ambito della rassegna letteraria Piazze dei libri.

Ultime recensioni

  • Guarda l'intervista In Quchi, Quello che ho ingoiato (e/o) Caterina Venturini racconta di una scrittrice che sta scrivendo il suo terzo romanzo e discute con la sua agente, poi ci sono i suoi dialoghi con l’analista, con la madre e con il marito. Il libro parla della...
    — Rai Cultura, 23 giugno 2022
  • D’altra parte, non sarebbe andata diversamente per Carla Longhi, l’amabile, tormentata protagonista di QUCHI. Quello che ho ingoiato. Carla, che non si sente né giovane, né bella, né libera e neanche eroica, e che, per l’ennesima volta, si chiede: cosa posso fare, io,...
    — Treccani, 21 giugno 2022
  • Ci sono delle parole e delle emozioni che non si riescono a dire o che diciamo sempre nello stesso modo e invece quanto vorremmo dirle diversamente. Allora pensiamo che sia un problema della nostra lingua materna che conteneva tutte le possibilità, ma finisce sempre per strutturarle...
    — ExLibris20, 20 giugno 2022
  • Ascolta il programma Arrivata in America a quarant'anni per dare un nuovo futuro alla sua famiglia, Carla a un certo punto s'inceppa: non riesce a parlare, a guidare, a vivere come "loro", gli autoctoni, quelli che ogni volta abitano un luogo da prima degli altri.
    — Radio 3, 17 giugno 2022
  • Ho sempre amato le tracce nascoste dei dischi. Dette anche tracce fantasma. Essere colta di sorpresa da una nuova canzone quando pensavo che l'album fosse già finito. La canzone fantasma, non annunciata nel retro del disco, a volte è quasi più bella delle altre, oppure...
    — Corriere della Sera - Futura, 10 giugno 2022
  • Il dibattito è acceso, da anni ormai, sulla diffusione di memoir, auto-fiction e testi dichiaratamente autobiografici, nonché sulle differenze che intercorrono fra queste tipologie di scritti, che tutte hanno in comune almeno un aspetto: la presenza di un io narrante, più...
    — Il Tascabile, 31 maggio 2022
  • Particolare Bella, particolare, originalissima, è la storia di una donna che affronta sfide che vanno sempre un poco oltre ciò che può, ma soprattutto che vanno oltre ciò che vorrebbe. Come se il movimento fosse sempre un passo oltre il desiderio. Anche in senso geografico:...
    — Grazia, 20 maggio 2022
  • Scrittrice e sceneggiatrice, ha da poco dato alle stampe “QUCHI. Quello che ho ingoiato”, nel quale una donna – perennemente incerta e senza mai una posizione netta – alla fine trova il suo posto nel mondo «Senza desiderio non si fa niente, non esiste niente.
    — Il Fatto Quotidiano, 13 maggio 2022

Autori italiani