Login
Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura inglese

Lian Hearn

Lian Hearn

Lian Hearn è lo pseudonimo di Gillian Rubinstein. L’autrice è laureata in Lingue Moderne all’Università di Oxford e ha lavorato come critica cinematografica e redattrice artistica a Londra, prima di trasferirsi in Australia. Da sempre affascinata dalla civiltà e dalla poesia giapponesi, ha viaggiato molto in Giappone e ne ha studiato la lingua. Il suo amore per questo paese ha trovato massima espressione nella scrittura della Saga degli Otori: ambientata in un Giappone feudale immaginario, ha venduto più di 5 milioni di copie in tutto il mondo ed è stata tradotta in oltre 40 lingue.

Tutti i libri di Lian Hearn

Ultime recensioni

  • È impossibile parlare de Il canto dell’usignolo, il libro primo della saga degli Otori, senza parlare della sua autrice Lian Hearn. Nata Gillian Rubinstein in Inghilterra nel 1942, si è laureata ad Oxford dopo aver passato buona parte della gioventù in Nigeria. Il punto...
    — Players Magazine, 23 luglio 2020
  • — Chibiistheway, 15 luglio 2020
  • Avete presente quei libri di cui ti ingozzi per sapere come finiranno e nello stesso tempo vorresti non arrivare mai alla fine perché sei completamente preso e sogni che storia sia infinita? Ebbene questo è uno di quei libri, anzi è il primo di una trilogia-fiume. Il canto...
    — Oggi, 2 giugno 2020
  • Riconducibile alla fantasia eroica, sia pure con qualche forzatura, è anche Il canto dell'usignolo di Lian Hearn (Edizioni E/O), primo volume della Saga degli Otori. Ambientato in un Giappone feudale immaginario, il romanzo si dimostra un palpitante concentrato di amore e odio,...
    — Il Borghese, 1 giugno 2020
  • E’ importante capire che a volte in un romanzo il protagonista non è una persona, ma un posto. Per quanto riguarda “Il canto dell’usignolo”, primo romanzo di una saga pubblicata da Lian Hearn quasi dieci anni fa e ripubblicato da Edizioni E/O in Italia a gennaio di quest’anno,...
    — MentiSommerse.it, 30 maggio 2020
  • Il Giappone feudale. Ogni tanto ci ritorno. Stavolta quasi per caso però, devo ammetterlo. Mi sono imbattuta nella pubblicità della Edizioni e/o su Facebook di questo libro e vuoi la copertina, vuoi l’argomento, è stato facile prendermi all’amo. Ma la mia non vuol essere...
    — Parla della Russia, 15 maggio 2020
  • — PennylaneOntheTube, 12 maggio 2020
  • Era da tempo che avevo voglia di una bella saga in cui immergermi e per cui contare il tempo che passa da un capitolo a quello successivo, in attesa di scoprire cosa succederà la prossima volta. Ed ecco che arriva non solo una saga, ma una saga ambientata in Giappone,...
    — L come libro, 4 marzo 2020
  • — Fangirl in Love with Books, 21 febbraio 2020
  • La copertina di Massimo Dall’Oglio accompagna una nuova edizione della Saga degli Otori, un'epopea ambientata in un Giappone feudale perlopiù immaginario e scritta da Lian Hearn (nome d'arte dell'inglese Gillian Rubinstein). Il primo romanzo della saga, Il canto dell'usignolo,...
    — L'antro atomico del Dr. Manhattan, 18 febbraio 2020
  • — Fangirl in Love with Books, 17 febbraio 2020
  • Il Giappone è sempre una grande fonte di ispirazione per scrittori, registi e creativi in generale. Le sue architetture, la sua storia e la sua cultura sono così ricche e diverse dalla nostra che possono sempre nascondere qualche scoperta. Evidentemente, anche l’autrice della...
    — Staynerd, 10 febbraio 2020
  • — Chibiistheway, 6 febbraio 2020
  • Venivo da una settimana priva di letture, non mi veniva proprio nemmeno voglia di aprirlo un libro, non so se vi è mai capitato…venerdì però mi sono imposta di farlo e la scelta è ricaduta su questo romanzo che concentra in sé diversi generi. Potrei azzardarmi a definirlo...
    — Esmeralda viaggi e libri, 27 gennaio 2020
  • Vale la pena di aprire una bella parentesi a tema riproposizioni e ritraduzioni, cominciando dal primo volume della saga di Otori. Questa trilogia (a cui negli anni si sono aggiunti un paio di volumi extra), già approdata anni orsono in Italia grazie a Mondadori, ha una storia...
    — Mondofox, 27 gennaio 2020
  • C'è poco di convenzionale ne lla vita di Lian Hearn: tra la nascita nell'Herfordshire - in un villaggio dal nome deliziosamente tolkieniano, Potten End - e il successo mondiale della sua Saga degli Otori - cinque miloni di copie, tradotta in 36 Paesi - ci sono un'adolescenza...
    — Robinson - La Repubblica, 26 gennaio 2020
  • — Valentina Gambarini - spiccycullen, 26 gennaio 2020
  • In un Giappone immaginario, sconvolto da guerre religiose fratricide, Takeo, di un clan pacifico e incruento, scopre che nessuno è immune dal male quando vede il suo villaggio distrutto, il patrigno ucciso, la madre e le sorelle scomparse, e sente desiderio di vendetta. Si apre...
    — D - La Repubblica, 25 gennaio 2020
  • Un Giappone Medievale popolato da luoghi e personaggi immaginari ma filologicamente corretti. Di più, nomi inventati la cui verosimiglianza risulta accresciuta dall'analogia del suono con quello di parole che si riferiscono a eventi reali. Esempio, la mai avvenuta battaglia...
    — Il Giornale, 25 gennaio 2020

Letteratura inglese