Login
Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura francese

Nina Bouraoui

Nina Bouraoui

Nina Bouraoui, nata nel 1967, è l’autrice de La voyageuse interdite (Prix Livre Inter 1991), La vie hereuse, Mes mauvaises pensées (Prix Renaudot 2005) e Nos baisers sont des adieux.

Tutti i libri di Nina Bouraoui

Ultime recensioni

  • «In Algeria all'Inizio degli anni 90, degli uomini e donne credenti o meno, politicizzati o meno, ricevono nelle cassette della posta delle lettere di avvertimento: "Verremo presto a tagliarti la gola",. Ma durame la guerra civile, nel decennio nero, Nina Bouraoui la sua famiglia...
    — Il Sole 24 Ore, 9 maggio 2021
  • Il titolo viene da Aristotele. Tutti gli uomini aspirano per natura al sapere: l'autofiction di Nina Bouraoui narra in brevi capitoli la nascita di un'identità. Il calore dei ricordi algerini, ma anche la violenza del Paese uscito dalla guerra, si alternano alla scoperta dell'omosessualità...
    — La Lettura - Corriere della Sera, 25 aprile 2021
  • Recentemente mi sono trovata a lavorare su un fumetto di resistenza queer, i cui protagonisti si trovavano spesso a interrogarsi sulle frapposizioni di caratteri identitari e il modo in cui questi difficilmente vengano accettati in una società cieca di fronte alla multidimensionalità...
    — L'Indiependente, 12 aprile 2021
  • A colpo d’occhio, leggendo solo il titolo, questo libro sembrerebbe di natura filosofica. Non è del tutto vero. L’autrice, prendendo spunto dalla celeberrima citazione di Aristotele all’interno della Metafisica, descrive gli avvenimenti legati alla sua giovinezza interpretandoli...
    — Chiara's blog, 3 aprile 2021
  • Per Nina Bouraoui la scrittura è un modo per esplorare il concetto di frontiera e identità, e ogni sua opera rappresenta una variazione, una meditazione diversa sull’esistenza. In “Tutti gli uomini aspirano per natura al sapere” l’autrice, che non ha mai fatto mistero...
    — Il Libraio, 22 marzo 2021
  • Nella vita di Nina Bouraoui ci sono un prima e un dopo. Un luogo e un altro. Un ricordare e un divenire. Attraverso piccole polaroid che saltano di qua e di là nel tempo e nello spazio, percorre con occhio tenero, emozionato ma al contempo chirurgico una vita da comprendere...
    — Queerographies, 19 marzo 2021
  • Navigando tra i ricordi dall'Algeria alla Francia, in una commovente ricerca di identità, Nina Bouraoui racconta le notti della sua giovinezza. LeggendoTutti gli uomini aspirano per natura al sapere (e/o 2021), ho viaggiato dolcemente in molti paesi e identità. Ho vagato con...
    — Libridinoso, 2 marzo 2021
  • Il titolo lo ha preso in prestito dalla Metafisica di Aristotele, quel “tutti gli uomini aspirano per natura al sapere” che sposta su un piano filosofico gli accadimenti materiali della vita. Quella di Mila Bouraoui di vita inizia ad Algeri nel 1967 e 14 anni dopo si...
    — D - La Repubblica, 27 febbraio 2021
  • Con questo romanzo, che prende in prestito il titolo da Aristotele, la scrittrice Nina Bouraoui si dedica alla geografia intima. È un tour de force rivelarsi in questo modo senza apparire indecenti, parlare della propria sessualità senza essere spudorati. Perché l’essenziale...
    — Internazionale, 26 febbraio 2021

Letteratura francese