Login
Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura francese

Mathias Enard

Mathias Enard

Mathias Enard è nato nel 1972. Dopo essersi formato in storia dell’arte all’École du Louvre, ha studiato arabo e persiano. Dopo lunghi soggiorni in Medio Oriente, nel 2000 si stabilisce a Barcellona, dove collabora a diverse riviste culturali. All’attività di professore di arabo all’università autonoma di Barcellona affianca quella di traduttore. Fra le sue opere ricordiamo Breviario per Aspiranti terroristi (Nutrimenti), Zona, Parlami di battaglie, di re e di elefanti (E/O), Via dei ladri (Rizzoli), L'alcol e la nostalgia (E/O), La perfezione del tiro (E/O) e Ultimo discorso alla società proustiana di Barcellona (E/O). Con Bussola (E/O 2016) ha vinto il premio Goncourt e il Von Rezzori, ed è stato inoltre finalista al Man Booker International Prize e al Premio Strega Europeo.

Tutti i libri di Mathias Enard

Prossimi appuntamenti

Il romanzo di Mathias Enard, Bussola, pubblicato dalle Edizioni E/O nel 2016, è stato selezionato nella longlist del Man Booker International Prize 2017
Il romanzo di Mathias Enard, Bussola, già vincitore del Premio Goncourt 2015 e candidato al Man Booker Prize International 2017, è nella longlist del Premio Gregor Von Rezzori 2017
Il romanzo di Mathias Enard, Bussola, pubblicato dalle Edizioni E/O nel 2016, è stato selezionato nella shortlist del Man Booker International Prize 2017
È con grande soddisfazione che annunciamo che il romanzo di Mathias Enard, Bussola, pubblicato dalle Edizioni E/O nel 2016, è stato selezionato nella shortlist del Premio Gregor von Rezzori 2017.

Ultime recensioni

  • (...) Nel suo romanzo opera in maniera riconoscibile l'omaggio a François Rabelais. Come mai? "Gargantua e Pantagruel" è un classico riconosciuto e tuttavia è come se fosse sempre tenuto a distanza. Nel canone della letteratura francese è percepito come un'eccezione,...
    — Avvenire, 16 ottobre 2021
  • (...) A dispetto del titolo, questa ulteriore prova fluviale di Enard (dopo gli imponenti Zona e Bussola) ha qualcosa di ilare, di più marcatamente giocoso del consueto. (...) Enard la racconta (...) sfoderando doti di esuberante narratore rabelaisiano: "Lunga vita alla...
    — Tuttolibri - La Stampa, 16 ottobre 2021
  • — Marco Cantoni, 11 ottobre 2021
  • Mathias Enard costruisce il suo romanzo più spericolato. Un viaggio nel tempo tra etnologia e omaggio a Rabelais. Dopo aver molto viaggiato nei suoi precedenti libri in Medio Oriente ma non solo, con il nuovo romanzo Mathias Enard ha deciso di tornare sulle terre dove...
    — Robinson - La Repubblica, 2 ottobre 2021
  • David Mazon, apprendista etnologo, lascia Parigi per approfondire i suoi studi in campagna e finisce in un paesino assai bizzarro su cui regna la Morte che precipita i defunti nella Ruota del Tempo e li destina a un'altra esistenza (umana o animale) nel presente o nel passato.
    — Marie Claire, 30 settembre 2021
  • Da Parigi alla provincia francese, David, il protagonista di questo romanzo di Mathias Enard, scopre un mondo in cui il cibo la fa da padrone in un'irresistibile commedia umana.
    — Diva e donna, 28 settembre 2021
  • David, giovane antropologo intimorito dai climi esotici, sceglie un villaggio della provincia francese come campo d'indagine. Mentre cataloga i tipi umani che incontra (lo scemo, il politico corrotto, il prete cicisbeo) partecipa all'annuale cena dei becchini, dove si accorge...
    — Il Fatto Quotidiano, 25 settembre 2021
  • Nel nuovo romanzo, ambientato a Niort, coltivatori, studiosi, cibi succulenti e becchini
    — Il Giornale, 23 settembre 2021
  • Il banchetto annuale della confraternita dei becchini, appena uscito per edizioni e/o, è un trionfo dell'erudizione giocosa e dell'affollamento pittorico tipici dello scrittore francese.
    — Rivista Studio, 22 settembre 2021
  • Ha trentun anni nel 1506 Michelangelo Buonarroti da Firenze ed è uno scultore di fama. Del suo David si parla dovunque. L’artista si avvia a essere stimato il più grande del suo tempo, l’uomo è orgoglioso e di pessimo carattere. È un giovane talento della Fabbrica di...
    — Sololibri, 6 settembre 2021
  • Oh, che viaggio! È la prima cosa che ho pensato, arrivata alla fine, con un misto di tristezza, esaltazione e un certo languore dolce per le cose che stavano per essere, avrebbero potuto essere, chissà che cosa avrebbero potuto essere e… tutto scompare in una nuvola di polvere...
    — Thrillernord, 17 luglio 2021
  • on è solo un formidabile romanziere Mathias Enard, ma un poeta capace sempre di una metafora inedita, con un’analogia inusitata, un’allegoria improbabile. Nel poemetto “Ultimo discorso alla società proustiana di Barcellona”, tra polvere e sangue, cibo e alcol, mette...
    — Lucia libri, 3 giugno 2021
  • «“Parlami di battaglie, di re e di elefanti”(E/O Edizioni) di Mathias Énard. È forse il più bel libro dei quasi 250 che ho letto negli ultimi 5 anni. Costruito con rara prosa poetica, potente, illuminante, conduce, quasi costringe il lettore a viaggiare nei mirabili luoghi...
    — La Sicilia, 2 giugno 2021
  • (...) Gli undici libri impilati sul mio tavolo prendono la via del viaggio di parole, fra lingue culture e orizzonti che si sono parlati per millenni. Hanno costruito ponti verso altri libri, lasciando dietro le risonanze dei viaggiatori arabi come Ibn Battūta e Ibn ǧubayir,...
    — Altri Animali, 28 maggio 2021
  • Con uno sforzo d'immaginazione, in questo romanzo l'artista sbarca invece a Instanbul, seccato con il Papa che non lo paga e non lo apprezza abbastanza, stimolato dal creare un'opera che sarà ricordata nei secoli là dove il rivale Da Vinci ha fallito. Il sultano Bayazid II...
    — Sogni pensieri parole, 13 maggio 2021
  • “Il viaggiatore non conosce il viaggio / più dell’amante / le labbra dell’amata”. Sta in questi tre versi il concentrato poetico di queste pagine di Mathias Énard. Il viaggio: la perlustrazione fisica del corpo della Terra (Libano, Polonia, Russia, Portogallo, Tajikistan,...
    — Mangialibri, 12 maggio 2021
  • — Marco Cantoni, 27 aprile 2021
  • Énard ha cominciato con romanzi brevi e concentrici (La perfezione del tiro, Edizioni e/o) ma questa “opera aperta” resta un’impresa a suo modo unica, che affascina per la sua vicenda e ancor più per la conoscenza della storia e della cultura di più paesi, per il confronto...
    — Internazionale, 19 aprile 2021
  • In un’intervista Mathias Enard ricorda di quando, diverso tempo fa, si trovava a Villa Medici a Roma e aggirandosi per la immensa e sontuosa biblioteca s’imbatté per caso in un volume. Si fermò a sfogliarne le pagine: era la vita di Michelangelo raccontata da Vasari. Restò...
    — Gli Stati Generali, 13 aprile 2021
  • Il fascino dell’Oriente in un’intrigante invenzione di Mathias Enard
    — L’Espresso, 11 aprile 2021

Letteratura francese