Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura francese

Mathias Enard

Mathias Enard

Mathias Enard è nato nel 1972. Dopo essersi formato in storia dell’arte all’École du Louvre, ha studiato arabo e persiano. Dopo lunghi soggiorni in Medio Oriente, nel 2000 si stabilisce a Barcellona, dove collabora a diverse riviste culturali. All’attività di professore di arabo all’università autonoma di Barcellona affianca quella di traduttore. Fra le sue opere ricordiamo Breviario per Aspiranti terroristi (Nutrimenti), Zona (Rizzoli), Parlami di battaglie, di re e di elefanti (Rizzoli), Via dei ladri (Rizzoli), L'alcol e la nostalgia e La perfezione del tiro (Edizioni E/O). Con Bussola (Edizioni E/O 2016) ha vinto il premio Goncourt e il Von Rezzori ed è stato finalista al Man Booker International prize e al Premio Strega Europeo.

Tutti i libri di Mathias Enard

Prossimi appuntamenti

Il romanzo di Mathias Enard, Bussola, pubblicato dalle Edizioni E/O nel 2016, è stato selezionato nella longlist del Man Booker International Prize 2017
Il romanzo di Mathias Enard, Bussola, già vincitore del Premio Goncourt 2015 e candidato al Man Booker Prize International 2017, è nella longlist del Premio Gregor Von Rezzori 2017
Il romanzo di Mathias Enard, Bussola, pubblicato dalle Edizioni E/O nel 2016, è stato selezionato nella shortlist del Man Booker International Prize 2017
È con grande soddisfazione che annunciamo che il romanzo di Mathias Enard, Bussola, pubblicato dalle Edizioni E/O nel 2016, è stato selezionato nella shortlist del Premio Gregor von Rezzori 2017.

Ultime recensioni

  • La guerra, la maledetta guerra che tutto distrugge. Case, edifici, strade e ponti… l’anima di chi combatte. Giorni e giorni di scontri, di colpi di mortaio, di bombe e raffiche di mitra, fino a non ricordarsi più per cosa si sta combattendo. L’autore non specifica dove...
    — Thrillernord, 4 novembre 2018
  • — Marco Cantoni, 25 ottobre 2018
  • Una storia un po' zen e un po' pulp quella che Mathias Enard ha costruito intorno al protagonista de La perfezione del tiro, un racconto che riesce a spostarsi con impeccabile agilità narrativa dal registro parafilosofico del manuale del perfetto cecchino alle introspezioni...
    — Rockerilla, 9 ottobre 2018
  • — Marco Cantoni, 5 ottobre 2018
  • Da Il nemico alle porte ad American Sniper i cecchini si sono fatti strada nell’immaginario collettivo. La figura di questi predatori si è formata nelle nostre teste è quasi epica. Nell’immaginario sono divenuti dei combattenti solitari e infallibili che dai tetti portano...
    — Milanonera, 2 ottobre 2018
  • In una delle scene conclusive della breve serie inglese Collateral, il Capitano dell’esercito britannico Sandrine Shaw scrive una lettera di addio, che lascerà sul tavolo della camera d’albergo in cui intende suicidarsi. Il gesto è motivato innanzitutto da una serie di...
    — La balena bianca, 28 settembre 2018
  • «Eccole, le ferite nascoste che ci spingono inesorabilmente verso l'abisso, si sono sviluppate come un cancro nella memoria e nella coscienza e ormai niente può più guarirle». Arriva un momento in cui il protagonista e narratore di "La perfezione del tiro" di Mathias Enard...
    — L'Espresso, 23 settembre 2018
  • eggere (buoni) romanzi ci costringe a infilarci nei panni degli assenti: a sentire, soffrire, gioire, con loro. Mathias Énard ha molto lavorato in questa direzione, sulla focalizzazione narrativa e sullo sforzo quasi “telepatico” di espansione della coscienza attraverso...
    — Il Tascabile, 21 settembre 2018
  • Fu Stephen King ad avvicinarmi per la prima volta alla preparazione del tiro impeccabile. Lo fece con "L'acchiappasogni", secondo i lettori più accaniti uno dei suoi libri meno riusciti, ma proprio tra quelle pagine mi immedesimai con fare sorpreso nella preparazione di un vero...
    — Un antidoto contro la solitudine, 19 settembre 2018
  • È il primo romanzo di questo originale scrittore francese: una storia e una voce narrante fin da subito forte, un giovane cecchino di un Paese mediorientale non ben definito in una città senza nome, che potrebbe essere Beirut come Damasco. Usando la prima persona racconta al...
    — F, 19 settembre 2018
  • Romanzo ripreso da Edizioni e/o per la bellezza e nitidezza delle pagine. Mathias Ènard non ci dice di quale guerra sta parlando nel suo «La perfezione del tiro», ma lascia tracce e poi il paesaggio. Sembrerebbe la guerra del Libano, a Beirut. Ma si va a tentoni perché lui...
    — Sololibri, 13 settembre 2018
  • — Ilenia Zodiaco, 12 settembre 2018
  • Un ritratto di Mathias Enard a partire dal suo primo titolo, «La perfezione del tiro», ora tradotto da e/o: protagonista, un cecchino disadattato, in un luogo che allude al Libano
    — Alias - il Manifesto, 9 settembre 2018
  • Esce in Italia la primissima opera del geniale autore francese, che racconta un'educazione sentimentale difficile durante una guerra in Medioriente
    — Vanity Fair, 30 agosto 2018
  • Lo scenario. Un paese del Medio Oriente, di cui non viene detto il nome, dove si sta combattendo una guerra ignorata, nonostante la sua furia sanguinaria, dalla grande stampa internazionale. In particolare una città bagnata dal mare che continua a offrire i suoi romantici...
    — Corriere della Sera, 29 agosto 2018
  • «L'orrore... l'orrore!», sussurra Marlon Brando nel ruolo del colonnello Kurtz, poco prima di esalare l'ultimo respiro, in una delle scene più celebri (e più oggetto di parodie) di "Apocalypse Now". Nel romanzo "La perfezione del tiro", di Mathias Énard, non c'è traccia...
    — Il Messaggero, 28 agosto 2018
  • Nel romanzo di Enard un tiratore combatte per le vie della città. Ma rischia di essere circondato e deve trovare la via di fuga. A qualunque costo e senza mai esitare
    — Il Giornale, 19 agosto 2018
  • Non basta vincere un Premio Goncourt – nello scorso 2015 – per giustificare l’enorme successo in Francia di Bussola, romanzo di Mathias Enard. Quattrocentomila copie per un libro dove, a conti fatti, non succede niente per oltre quattrocento pagine sono un mistero.
    — Nazione indiana, 23 luglio 2018
  • L’alcol e la nostalgia di Mathias Enard (Edizioni e/o) nasce come fiction radiofonica trasmessa da France Culture, e successivamente diviene romanzo. Enard, attraverso la voce di Mathias, ci racconta di un amore a tre sofferto e doloroso utilizzando l’espediente di...
    — Spore Poetiche, 3 maggio 2018
  • «Viviamo in un mondo globalizzato, in cui tutti cercano di esercitare il proprio potere sopra gli altri, ricorrendo anche alle armi: come dimostra quanto sta accadendo oggi in Siria, quelle che potrebbero essere derubricate a piccole diatribe locali vengono conseguentemente...
    — EastWest.eu, 1 maggio 2018

Letteratura francese