Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Autori italiani

Lia Levi

Lia Levi

Lia Levi, di famiglia piemontese, vive a Roma, dove ha diretto per trent’anni il mensile ebraico Shalom. Per le nostre edizioni ha pubblicato: Una bambina e basta (Premio Elsa Morante Opera Prima), Quasi un’estate, L’albergo della Magnolia (Premio Moravia), Tutti i giorni di tua vita, Il mondo è cominciato da un pezzo, L’amore mio non può, La sposa gentile (Premio Alghero Donna e Premio Via Po) La notte dell’oblio e Il braccialetto (Premio speciale della giuria Rapallo Carige, Premio Adei Wizo). Nel 2012 le è stato conferito il Premio Pardès per la Letteratura Ebraica.

Tutti i libri di Lia Levi

Prossimi appuntamenti

In occasione del Giorno della memoria, vi proponiamo una selezione di titoli sulla tragedia della Shoah e sulle vite degli ebrei e delle ebree d'Italia e d'Europa.
Lia Levi tra gli autori selezionati dal pubblico degli studenti per le biblioteche.
dal 15 giugno al 14 luglio
Torna la campagna sui tascabili E/O, -25% sul prezzo di copertina dal 15 giugno al 14 luglio 2017.
15 ottobre
Lia Levi vince il Premio Letterario Adelina Della Pergola, per la sezione Ragazzi, organizzato dall'Associazione Donne Ebree d'Italia Adei Wizo.

Ultime recensioni

  • In numerosi libri Lia Levi ha raccontato la normalità, l’esperienza quotidiana sull’orlo di essere rovesciata e di tramutarsi in tragedia. È così fin dall’opera prima Una bambina e basta, in cui ha narrato la propria storia di salvezza nella Roma controllata dalle forze...
    — Moked, 12 febbraio 2018
  • Lia Levi in conversazione con Livio Partiti.
    — Il posto delle parole, 10 febbraio 2018
  • Intervista a Lia Levi
    — Primocanale, 7 febbraio 2018
  • «Genova accolse molti profughi. È una città accogliente, lo è sempre stata. Così come è sempre stata antifascista»: Lia Levi, 87 anni, scrittrice e giornalista, parla di profughi nel 1939. Erano gli ebrei che fuggivano da Germania ed Austria e che trovarono ospitalità...
    — Repubblica Genova, 6 febbraio 2018
  • Sono trascorsi pochi giorni dalla celebrazione della Giornata della Memoria che quest’anno, in particolare, era concentrata sul ricordo dell’80° anno della promulgazione in Italia delle infami Leggi Razziali del 1938. Certamente il problema della "trasmissione della Memoria",...
    — Notizie italiane, 6 febbraio 2018
  • Intervista a Lia Levi dal minuto 18:14. {http://www.tg3.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-7444ffc1-cf43-4e76-b51a-137df1012c86.html#p|Guarda la puntata.}}
    — Rai 3, 27 gennaio 2018
  • Questa sera è già domani è un racconto appassionato e privo di cedimenti alla retorica, attraversato dall’invenzione davvero memorabile di un piccolo ciondolo con la stella di David nel quale si riassume ogni pericolo e, insieme, ogni possibilità di salvezza.
    — Avvenire, 27 gennaio 2018
  • “Questa sera è già domani” (E/O, 2018) è il nuovo romanzo della giornalista, sceneggiatrice e scrittrice Lia Levi, nata a Pisa da una famiglia piemontese di origine ebraica e residente a Roma, fondatrice e direttrice per trent’anni del mensile Shalom. “Le avete...
    — Sololibri, 27 gennaio 2018
  • Il messaggio della lettera con l'intestazione «Demografia e razza» non lasciava spazio a dubbi. Marc Rimon di religione ebraica, che viveva a Genova e aveva un passaporto inglese, apprese che sarebbe stato espulso dal suo amato paese. Fuggire? Mettersi in salvo? Con il figlio...
    — Tuttolibri - La Stampa, 27 gennaio 2018
  • In questa puntata vi racconteremo la storia di Lia Levi, 87 anni, scampata miracolosamente da bambina alla deportazione. Guarda la puntata, dal minuto 1:09.20
    — Rai 1, 26 gennaio 2018
  • Lia Levi, ospite del programma televisivo Forum presenta il suo nuovo romanzo. Guarda il video.
    — Canale 5, 26 gennaio 2018
  • Lia Levi racconta la saga di una famiglia ebrea, a Genova, durante le leggi razziali; una piccola storia con una galleria di personaggi che si intreccia con la grande Storia che travolge i loro destini.
    — Diva e donna, 25 gennaio 2018
  • La prima cosa che Lia Levi mi fa notare è un’immagine curiosa e remota. Una foto di laureandi in legge del 1928. Sono ventotto minuscoli ritratti sotto ognuno dei quali c’è un nome. L’unica donna presente si chiama Leontina Segre. È la madre di Lia che è lì in...
    — Robinson - La Repubblica, 21 gennaio 2018
  • La si può dire in vari modi. Con i documenti, coi ricordi, o in un romanzo. Quella delle leggi razziste del 1938 è comunque storia vera. Vera e vergognosa.
    — Il Sole 24 Ore, 21 gennaio 2018
  • Quando Lia Levi ha esordito nella letteratura nel 1994 lo ha fatto raccontando in Una bambina e basta la sua vicenda di piccola ebrea costretta dalle leggi razziali a lasciare la scuola pubblica per frequentare una scuola ebraica e poi a trovare rifugio a Roma per quasi un anno...
    — Famiglia Cristiana, 18 gennaio 2018
  • Questa sera è già domani è il nuovo romanzo di Lia Levi, giornalista e scrittrice italiana piemontese di origine ebraica. Il romanzo è ambientato a Genova nel 1938, anno in cui in Italia vennero promulgate le Leggi Razziali. Protagonista della storia è una famiglia ebraica...
    — La Fenice magazine, 18 gennaio 2018
  • A ottant’anni dalla promulgazione delle leggi razziali, Lia Levi ritorna in libreria con Questa sera è già domani (e/o), romanzo ispirato a una storia vera: la vita di Luciano, l’amatissimo marito. Fra angoscia e speranze, il libro descrive la lotta per sopravvivere di...
    — Il Libraio, 17 gennaio 2018
  • Con uno stile scorrevole dai toni pacati ma vibranti di emozione Lia Levi ci consegna un nuovo tassello sulla storia degli ebrei italiani durante le persecuzioni razziali in un romanzo che, innestandosi perfettamente nella nostra epoca, offre molti temi di riflessione.
    — Informazione corretta, 15 gennaio 2018

Autori italiani