Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Letteratura francese

Philippe Lançon

Philippe Lançon

Philippe Lançon è nato nel 1963 a Vanves. Giornalista e scrittore, scrive per Libération ed è editorialista e giornalista culturale per Charlie Hebdo. Ferito nell'attentato del 7 gennaio, ha affrontato nove mesi di ospedale e 15 operazioni. La traversata è il suo ultimo libro, il primo a essere pubblicato nel nostro paese. Nel 2018 ha vinto il Prix Fémina e il Prix Renaudot Special, è stato inoltre finalista al Prix Médicis e Prix Interallié.

Tutti i libri di Philippe Lançon

Ultime recensioni

  • — Marco Cantoni, 15 gennaio 2020
  • Cinque anni fa Lançon era nella redazione di Charlie Hebdo. Una pallottola lo ha sfigurato ma lasciato vivo. Ora racconta, in un libro e in questa intervista, la sua traversata nel dolore. E nella Francia senza pace.
    — Il Venerdì di Repubblica, 10 gennaio 2020
  • Due minuti. Il 7 gennaio 2015 in due minuti si è consumata la tragedia di Charlie Hebdo. Per tutto il mondo la disgrazia è finita in due minuti ma per lui Philippe Lancon, sopravvissuto alla sparatoria, la tragedia era appena iniziata. Denti e mandibola non esistono più ma...
    — Emozioni in carta, 7 gennaio 2020
  • Un estratto de La traversata di Philippe Lançon (edizioni e/o, 2020). In libreria dall’8 gennaio. Avrei avuto bisogno di un caffè, ma spesso la caffettiera di Charlie non funzionava, o arrivavo troppo tardi per averne un po’. Si parlava di Houellebecq, ma a un...
    — Il Tascabile, 7 gennaio 2020
  • Il 7 gennaio 2015 intorno alle 11.30 del mattino due uomini armati, vestiti di nero, il volto coperto da un passamontagna, fanno irruzione nella redazione parigina del giornale satirico Charlie Hebdo e sparano all’impazzata. Il bilancio è di 12 morti e 11 feriti. Philippe...
    — Rolling Stone, 7 gennaio 2020
  • Philippe Lançon, classe 1963, è nato a Vanves. Scrive per Libération, editorialista e giornalista culturale per il giornale satirico Charlie Hebdo. Il 7 gennaio 2015 per lui e i suoi colleghi sarebbe dovuta essere una tranquilla giornata di lavoro, invece la mano jihadista...
    — Il Corriere Nazionale, 5 gennaio 2020
  • 7 gennaio del 2015, e Philippe uno dei tanti giornalisti e vignettisti presenti alla riunione di redazione di Charlie Hebdo: dodici persone sono morte lì dentro o nei pressi; undici sono rimaste ferite, tra cui Lançon, tornato alla vita dopo una lunga e perigliosa Traversata,...
    — Il Fatto Quotidiano, 5 gennaio 2020
  • A cinque anni dall'attentato nella redazione di Charlie Hebdo, arriva in Italia 'La Traversata' di Philippe Lancon, collaboratore del giornale satirico francese, sopravvissuto all'attacco di matrice islamistica in cui 12 persone sono morte e 11 sono rimaste ferite. Philippe quel...
    — Ansa, 29 dicembre 2019
  • La strage di Charlie Hebdo è stata vista come un attentato alla libertà d’espressione. Ma accanto alle tragedie universali, si compiono le tragedie personali di chi si è trovato coinvolto nella vicenda. In La Traversata, edito da E/O, il giornalista e sopravvissuto Philippe...
    — Kobo News, 17 dicembre 2019
  • Quando non ce l'aspettiamo, quanto tempo ci vuole per sentire la morte che arriva? Sono le undici e venticinque, forse le undici e ventotto, del 7 gennaio 2015: il tempo sparisce nel momento in cui cerchiamo di raccontarlo, nell'inutile tentativo di ricostruirne ogni secondo.
    — Doppiozero, 4 ottobre 2018

Letteratura francese