Seguici

Facebook
Twitter
Instagram
Newsletter

Autori italiani

Daniela Dawan

Daniela Dawan

Daniela Dawan è nata a Tripoli (Libia), dove è vissuta fino all’età di dieci anni. Costretta a fuggire con la famiglia per gli eventi drammatici che avvennero in Libia durante la Guerra dei sei giorni (giugno 1967), approda in Italia.
Già avvocato penalista, è ora Consigliere della Suprema Corte di cassazione “per meriti insigni”. È vissuta a Milano, Bruxelles, New York. La sua attività attuale si svolge prevalentemente tra Milano e Roma.
Ha esordito nella narrativa con numerosi racconti e con il romanzo Non dite che col tempo si dimentica (Marsilio Editori, 2010).

Tutti i libri di Daniela Dawan

Prossimi appuntamenti

Il romanzo di Daniela Dawan Qual è la via del vento è stato selezionato tra i finalisti del Premio Letterario ADEI-WIZO “Adelina Della Pergola” nella sezione Ragazzi.

Ultime recensioni

  • Daniela Dawan con il romanzo Qual è la via del vento ha vinto il «Premio IusArteLibri: il Ponte della Legalità edizione 2019», istituito dall'Associazione culturale IUSgustando-Simposi Giuridici. Queste le motivazioni del premio: «Per la vis iuridica della trama avvincente...
    — Il Giorno, 19 luglio 2019
  • Daniela Dawan, avvocato milanese, membro per meriti insigni della Suprema Corte di Cassazione, è scrittrice per passione, non per mestiere, e ha tracciato nel romanzo "Qual è la via del vento" (e/o) con una narrazione avvincente, con uno stile elegante, mai...
    — TV2000, 11 maggio 2019
  • Qual è la via del vento, pubblicato dalla piccola e raffinata editrice e/o, è un delizioso romanzo di un’avvocato milanese, membro per meriti insigni della Corte di Cassazione. Daniela Dawan è scrittrice per passione, non per mestiere, e ha tracciato con una narrazione avvincente,...
    — IlSussidiario.net, 25 aprile 2019
  • — Liberi TV, 12 aprile 2019
  • Ci sono tante cose dentro Qual è la via del vento di Daniela Dawan (edizioni e/o, pp. 239, euro 17): c’è la nostalgia, la paura di ritrovare luoghi reali e luoghi immaginati, c’è la partenza e il ritorno. C’è una bimba paurosa e una donna adulta incerta e irrequieta.
    — Il Manifesto, 3 aprile 2019
  • Un racconto delicato e profondo di quel 5 giugno 1967, quando gli ebrei scapparono da Tripoli. Intervista all’autrice, l’avvocato Daniela Dawan “Il titolo di questo libro è un verso dell’Ecclesiaste. L’ho scelto perché il vento rappresenta la circolarità:...
    — Joi Magazine, 21 marzo 2019
  • Abbiamo già parlato del nuovo romanzo di Daniela Dawan, edito da Edizioni E/O, Qual è la via del vento. Temi fondanti dell’opera sono la guerra, in particolare il conflitto tra Israele e mondo arabo durante la Guerra dei sei giorni del 1967, l’esilio, l’approdo in una...
    — Lo Sbuffo, 13 marzo 2019
  • Il Premio Letterario ADEI-WIZO “Adelina Della Pergola”, giunto quest’anno alla sua XIX edizione, è stato istituito per far conoscere al grande pubblico la ricca produzione letteraria sul mondo ebraico. Possono concorrere le opere di narrativa di argomento ebraico, di autori...
    — Bet Magazine Mosaico, 12 marzo 2019
  • Il rischio che la memoria degli orrori del passato si trasformi in retorica? «Purtroppo esiste». Il modo per evitarlo? «È difficile rispondere, non lo so». Ebrea libica fuggita da Tripoli con la famiglia nel 1967 a causa delle persecuzioni scatenate dalla Guerra dei sei...
    — Il Giorno, 11 marzo 2019
  • L'ultimo pogrom libico, che spinse tutta la comunità ebrea tripolina a lasciare il paese, è del 1967. C'era ancora il re ed era scoppiata la Guerra dei Sei giorni tra Israele e l'Egitto. Poi nel 1970 Gheddafi caccerà via dal paese tutti gli italiani. Daniela Dawan era una...
    — TG5, 11 marzo 2019
  • Domina soprattutto la struggente, intima, delicata memoria-nostalgia per i sapori, i colori, i profumi, i rituali della comunità ebraica della Libia perduta dell'infanzia in questo nuovo romanzo di Daniela Dawan, Qual è la via del vento (e/o), al quale sarà dedicato un evento...
    — Corriere della Sera, 10 marzo 2019
  • Vite raccontate nel viaggio. In cerca del senso di sé, attraverso la dolorosa ricognizione dell’identità, senza farne però un’ossessione. E d’una memoria che, saldando le generazioni, offra indicazioni preziose su ciò che siamo e vogliamo. Il "Mare aperto" ricorre...
    — Il Giorno, 9 marzo 2019
  • Nel 1967, molti ebrei furono costretti a lasciare la Libia a causa dell’ondata di violenze che si scatenò nel Paese in concomitanza con la Guerra dei Sei giorni. Fra loro, la timida Micol e la sua famiglia. Nel 2004, divenuta avvocato di successo, Micol tornerà a Tripoli...
    — Mondo e missione, 8 marzo 2019
  • Soffia il ghibli, o scirocco che dir si voglia, soffia sulla storia e sui peccati, sulle tragedie, sui silenzi e le afflizioni, soffia indietro negli anni e racconta… Racconta la storia della famiglia Cohen, negli anni che seguono alla guerra arabo israeliana, la perdita della...
    — Modulazioni Temporali, 27 febbraio 2019
  • Daniela Dawan ha un sorriso aperto e gentile che subito raggiunge chi le sta di fronte. Ed è la scrittrice che, così volentieri, ha aderito all'invito per una delle tappe della manifestazione letteraria "Migramente", organizzata venerdì 22 dal Centro Servizi per le donne...
    — Il Telegrafo Livorno, 24 febbraio 2019
  • Questa settimana Il Sabbatico ci accompagna in libreria con la scrittrice Chiara Marchelli che vive a New York dove insegna scrittura creativa, mentre Daniela Dawan presenta il suo libro: "Qual è la via del vento", che racconta la fuga degli ebrei da Tripoli allo scoppio della...
    — Rai News 24, 16 febbraio 2019
  • «Sono nata a Tripoli, in Libia» quando coabitavano «arabi, ebrei nativi, italiani, americani e inglesi» conservando chiari ricordi di quei mondi, vicini e pur lontani, afferma Daniela Dawan, ora avvocata a Milano. Nel libro racconta così la vicenda, che coinvolse nel 1967...
    — Il Manifesto - Le monde diplomatique, 14 febbraio 2019
  • Qual è la via del vento» raccoglie le memorie della famiglia dell'autrice, ebrea libica naturalizzata italiana. Il suo romanzo prende avvio nel giugno 1967, quando in Israele si combatte la Guerra dei Sei giorni. Se in un primo momento i leader arabi riescono a cantare vittoria...
    — Corriere del Ticino, 14 febbraio 2019
  • Daniela Dawan, già avvocato penalista, è ora Consigliere della Suprema Corte di Cassazione. Ha esordito nella narrativa con numerosi racconti. Oggi ci racconta il suo ultimo libro “Qual è la via del vento” edizioni e/o.
    — Fizzshow, 4 febbraio 2019
  • Quando dirigevo l'Unità ogni tanto, tra la posta politica di sostegno o protesta, c'erano lettere che mi disorientavano. Tutte avevano in comune una storia di cui, in tempo reale, ho conosciuto solo qualche pallido spunto. Ero in Israele durante la "guerra dei Sei Giorni", immerso,...
    — Il Fatto Quotidiano, 28 gennaio 2019

Autori italiani